Apri/chiudi Tab
Le top 10 news di oggi chiudi
Le inchieste di Lettera43 chiudi
Le grandi interviste di Lettera43 chiudi
L43 - Local L’informazione dalla tua città Invia
TUTTO ITALIA EUROPA AFRICA ASIA NORD-AMERICA SUD-AMERICA OCEANIA Login | Registrati |  Mercoledì, 23 Luglio 2014- 22.06

Ambiente 

Olio d'oliva, l'anti-smog dei monumenti

Un rivestimento a base di acido oleico protegge gli edifici storici dall'inquinamento.

NUOVA SCOPERTA

Proteggere gli edifici storici dai pericoli dell'inquinamento usando una sostanza naturale. Si può, grazie all'olio di oliva. Lo hanno scoperto i ricercatori della Cardiff University, in Gran Bretagna. Il team ha, infatti, sviluppato un rivestimento idrorepellente e traspirante basato sull'acido oleico - la principale sostanza presente nell'olio d'oliva - che ha mostrato capacità promettenti nel salvaguardare alcune pietre campione della Cattedrale di York dall'attacco degli acidi presenti nell'atmosfera.
PIETRA PROTETTA. L'edificio, costruito tra il 1220 e il 1470 in pietra calcarea, è vittima degli attacchi di sostanze inquinanti come gli ossidi e i solfuri presenti nella pioggia. Questo nuovo rivestimento crea una una superficie idrofobica che fa scivolare l'acqua sui muri perimetrali pur lasciando passare l'aria.
L'ESPERIMENTO. Gli scienziati hanno testato un piccolo campione di pietra estratto dalla cattedrale, esponendolo all'acido solforico.
Le analisi hanno mostrato che la pietra è stata protetta dal rivestimento. «Il prossimo passo sarà provare a prendere alcuni esempi trattati e posizionarli in modo che siano esposti direttamente all'atmosfera», hanno commentato i responsabili della ricerca.

Giovedì, 24 Gennaio 2013 © RIPRODUZIONE RISERVATA


Nessun commento

Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

L’informazione dalla tua città
Invia