Giachetti sindaco di Roma? Magi: è un amico, ma ci dica obiettivi - La notizia

Segretario Radicali italiani: mia candidatura? Decido tra un mese

07 Gennaio 2016

Roma, - 'Giachetti è un amico e un compagno radicale da molti anni quindi con lui condividiamo e abbiamo condiviso molte battaglie. Però qui la questione è capire prima ancora dei nomi, capire quali sono le proposte di riforma che si intende mettere in campo, gli obiettivi per la città': lo ha dichiarato ad askanews Riccardo Magi, segretario dei radicali italiani, in riferimento alla candidatura di Roberto Giachetti, ex attivista radicale oggi vice-presidente della Camera in quota Pd e possibile candidato per la poltrona del Campidoglio. 'Ci sono questioni enormi che vanno dai servizi pubblici locali: Atac è un'azienda fallita, le grandi opere, la metro C, non si sa più dove andrà a finire, non c'è più un progetto, non ci sono più finanziamenti - ha proseguito Magi - Allora su questioni di fondo a noi interesserebbe confrontarci prima di arrivare ai nomi. In questo momento c'è grossa confusione e tra l'altro anche la questione delle Olimpiadi è un po' utilizzata come un diversivo elettorale perché nessuno ha il coraggio di dire cosa serva davvero a Roma in questo momento e allora si dice che la priorità delle priorità diventano le Olimpiadi, un modo per guardare al futuro, ma in realtà anche per non dire ai romani quali sono le soluzioni che si presentano'. Sulla sua eventuale candidatura, appoggiata dal partito di Pippo Civati 'Possibile', il consigliere comunale di Roma, risponde: 'Proprio perché vogliamo fare un discorso che parta dagli obiettivi: noi siamo abituati a fare così, il riconoscimento che ci sta arrivando in queste settimane significa che abbiamo lavorato bene in questi ultimi anni a Roma, abbiamo una credibilità. Ci stiamo sicuramente riflettendo e direi che entro un mese prenderemo anche una decisione su questo'.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

Dalla nostra HomePage
Angela Merkel e Matteo Renzi a Maranello. Nel riquadro, l'analista politica Rosa Balfour.
Flessibilità, perché l'asse italo-tedesco …

Il premier vede Merkel. Ma per allentare il patto di stabilità «serve un progetto coi socialisti Ue», dice l'analista Balfour. Come su migranti e Brexit. Lo spunto.

Vestager, la donna incubo delle multinazionali

Vuole scucire ad Apple 13 miliardi. E inchioda Google, Fiat, Starbucks, Gazprom. Così la commissaria Vestager prova a dimostrare che l'Ue non è solo burocrazia.

prev
next