Platini: se avessi sbagliato mi sarei nascosto dalla vergogna - La notizia

Il presidente Uefa si presenta per il ricorso alla Fifa

15 Febbraio 2016

Zurigo - 'Non mi batto per il mio futuro, ma contro l'ingiustizia': si è presentato così Michel Platini alla Fifa a Zurigo per l'appello contro gli otto anni di sospensione inflitti al presidente Uefa dalla commissione del massimo organismo del calcio mondiale.'Se avessi qualcosa da rimproverarmi sarei in Siberia a nascondermi dalla vergogna', ha detto l'ex calciatore francese. 'La mia speranza, come dicono in inglese, è 'to clean my case, not to clean my name', qualcosa che suona come risolvere il mio caso e non ripulire il mio nome. 'Sul mio nome - ha concluso Platini - non ho preoccupazioni'.'Guarderò chi mi accusa negli occhi, non ho fatto niente e non ho paura di niente. Ho 60 anni e non ho mai preso un cartellino rosso in vita mia', ha concluso Platini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

TAG: Esteri

Nessun commento

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

Dalla nostra HomePage
Amatrice città fantasma, non è rimasto nulla

Nuove scosse e cedimenti. Vie d'accesso chiuse. Amatrice è sempre più isolata. Il sindaco: «Bisogna radere tutto al suolo». E i morti continuano a salire. Foto.

prev
next