Platini: se avessi sbagliato mi sarei nascosto dalla vergogna - La notizia

Il presidente Uefa si presenta per il ricorso alla Fifa

15 Febbraio 2016

Zurigo - 'Non mi batto per il mio futuro, ma contro l'ingiustizia': si è presentato così Michel Platini alla Fifa a Zurigo per l'appello contro gli otto anni di sospensione inflitti al presidente Uefa dalla commissione del massimo organismo del calcio mondiale.'Se avessi qualcosa da rimproverarmi sarei in Siberia a nascondermi dalla vergogna', ha detto l'ex calciatore francese. 'La mia speranza, come dicono in inglese, è 'to clean my case, not to clean my name', qualcosa che suona come risolvere il mio caso e non ripulire il mio nome. 'Sul mio nome - ha concluso Platini - non ho preoccupazioni'.'Guarderò chi mi accusa negli occhi, non ho fatto niente e non ho paura di niente. Ho 60 anni e non ho mai preso un cartellino rosso in vita mia', ha concluso Platini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

TAG: Esteri

Nessun commento

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

Dalla nostra HomePage
Duello Clinton-Trump, le cose da sapere

Sempre più vicini nei sondaggi. Hillary deve ritrovare la fiducia degli elettori. Donald corteggia i moderati. I temi della sfida in tivù da 100 milioni di spettatori.

Csm, la riforma non elimina il potere delle correnti

Approvato il nuovo regolamento. Per il vicepresidente Legnini palazzo dei Marescialli diventa una «casa di vetro». Ma Galoppi (MI): «Si poteva fare di più»

prev
next