Torna "Ballando con le stelle" 13 vip ballano per Milly Carlucci - La notizia

Tra loro Platinette, Rita Pavone, Lando Buzzanca e Asia Argento

19 Febbraio 2016

Roma, - Torna 'Ballando con le stelle', uno degli show televisivi più amati e il più longevo di sempre per la Rai in prima serata, arrivato all'11esima edizione. Il sabato sera sulla pista da ballo sono pronte a sfidarsi 13 coppie, composte da vip e personaggi dello spettacolo accompagnati dai maestri, ballerini professionisti. A condurre come sempre Milly Carlucci, che con dieci edizioni alle spalle non perde l'entusiamo.'E' il primo anno di 'Ballando con le stelle', con questo spirito noi iniziamo a ballare'. 'Mi aspetto che il pubblico a casa balli con noi e si appassioni alle storie dei protagonisti e sogni con noi'.Tra i 13 concorrenti ci sono Lando Buzzanca, Rita Pavone, Enrico Papi, Pierre Cosso, Salvo Sottile, Iago Garcia della popolare soap 'il Segreto', Margareth Madé, Platinette, Asia Argento e la campionessa paralimpica di atletica vincitrice di medaglie mondiali, Nicole Orlando.Presentazione eccezionale alla presenza anche del nuovo direttore di Rai1 Andrea Fabiano accanto a Giancarlo Leone.Nella prima puntata, si improvviserà ballerina per una notte, una superospite, Conchita Wurst. 'Sarà una grande sorpresa, chi l'ha mai vista ballare? Non sappiamo come se la caverà'.Una presenza, quella della cantante drag queen austriaca, gradita anche a Platinette:'Per me è un segno di riconoscimento di far parte della famiglia italiana senza ostilità come ho provato quando sono stato escluso da programmi in prima serata sulla Rai, mentre credo che il nuovo corso sia diverso se nella serata d'aperuta ci siamo io e Conchita, penso sia un segnale di autentica apertura senza pregiudizio'.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

Dalla nostra HomePage
Libia, il risiko di Bengasi e della Cirenaica

Il no (dubbio) del parlamento di Tobruk al governo di unità complica gli scenari. Serraj perde consensi, Haftar guadagna terreno nell'Est. C'è il rischio scissione.

prev
next