XXI Triennale, oltre 40 Paesi e attese per 500mila visitatori - La notizia

Presentati partecipazioni estere e palinsesto degli eventi

12 Marzo 2016

Milano - Oltre 40 partecipazioni nazionali e una serie ricchissima di eventi - culturali, ma anche di intrattenimento - in tutta la città. Si presenta così, a tre settimane dall'inaugurazione, la XXI Triennale internazionale. A fare il punto sullo stato dei lavori il presidente della Triennale Claudio De Albertis.'L'attenzione - ha detto dal palco - soprattutto in questo ultimo periodo verso la XXI Triennale è cresciuta in maniera enorme, non solo in città, nel Paese, anche fuori da questo Paese.Particolarmente significativa, per questa edizione che torna dopo vent'anni, la diffusione sul territorio della città e del suo hinterland.'Quando abbiamo deciso di espanderla dal puro spazio del Palazzo dell'Arte in tutta la città - ha aggiunto De Albertis - pensavamo inizialmente a otto-dieci luoghi dove esserci, questo anche per animare la città. Siamo arrivati a venti, con ventidue mostre'.Uno sforzo che, secondo le stime della Camera di Commercio di Monza e Brianza, dovrebbe portare a un indotto per le piccole e medie imprese del territorio di oltre 140 milioni di euro. Ma il segretario generale della CamCom brianzola Renato Mattioni si è sbilanciato anche sulla partecipazione di pubblico.'Le previsioni - ha detto - in base ai dati e alle stime che ci sono, parlano di 500mila visitatori per la durata dell'evento'.In questo quadro di grande dinamismo e interesse culturale, testimoniato anche dal sostegno del ministero degli Esteri, nella persona di Vincenzo De Luca (+++ da 15.40 +++) che ha ribadito l'attenzione al tema del design come biglietto da visita del saper fare italiano, resta il nodo dell'effettiva apertura di una sezione della XXI nel sito di Expo 2015.'Mi auguro di poterlo annunciare ufficialmente - ha detto De Albertis - oggi c'è solo l'ufficiosità non l'ufficialità, di essere presenti con una grandissima mostra, anzi sette mostre in una, anche all'Expo'.Aspettando di capire come finirà, resta il fatto che la XXI Triennale sta riportando nuovamente i riflettori del mondo su Milano, e la presenza massiccia di Paesi come la Cina e il Regno Unito, la prima con tre mostre, il secondo addirittura con quattro, conferma la perdurante capacità della città, dei suoi luoghi e delle sue istituzioni di attrarre gli stranieri all'insegna di un made in Italy di qualità. Appuntamento dunque al primo aprile, con la cerimonia di inaugurazione alla quale è atteso anche il presidente del Consiglio Matteo Renzi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

TAG: Cultura

Nessun commento

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

Dalla nostra HomePage
Cannabis, numeri e rotte spiegati in 6 infografiche

Prime relazioni alla Camera. La cannabis in Europa vale 9 miliardi. In Italia 1,35. Arriva da Marocco e Afghanistan. E all'Olanda frutta 400 mln in tasse. I grafici.

prev
next