Emergenza in Campania

Monito di Bruxelles sui rifiuti

Piano efficace o sanzioni. Berlusconi contestato a Napoli.

26 Novembre 2010

In corso negli uffici della Prefettura di Napoli il vertice sull'emergenza rifiuti tra il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, e i rappresentanti delle istituzioni locali.
Il clima all'arrivo del premier era teso: di fronte all'ingresso dell'edificio sede dell'incontro, infatti, una ventina di manifestanti ha accolto Berlusconi al grido «dimissioni», «vergogna» e «munnezza».

Il monito di Bruxelles: piano efficace o sanzioni

Nel frattempo da Bruxelles è giunto un nuovo monito: senza un efficace piano di gestione dei rifiuti, la Commissione europea potrebbe rivolgersi alla Corte e ottenere pesanti sanzioni per l'Italia.
Soprattutto visto che, commenta il commissario per l'Ambiente Janez Potocnik,  «Le misure necessarie per dare esecuzione alla sentenza, pronunciata nel marzo scorso dalla Corte di giustizia europea, non sono ancora state applicate» e che dunque  «continuerebbero i rischi per la salute umana e i danni a livello ambientale».
Fino a quando le prime misure non saranno avviate, inoltre, resteranno congelati i quasi 150 milioni di euro di fondi dell'Unione europea per la Campania.
Secondo la Commissione Ue, che vorrebbe ricevere una bozza del piano entro la fine dell'anno, punti cardine della misura dovrebbero riguardare le previsione di un sistema di raccolta differenziata, la dotazione della necessaria capacità di compostaggio, l'introduzione di misure di smaltimento  «entro un arco temporale ragionevole e in condizioni di sicurezza». Oltre, naturalmente, a essere un documento pienamente conforme agli obblighi europei.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ordenio 26/nov/2010 | 23 :09

LASCIATECI ALMENO LA SPAZZATURA
Nei vicoli dei Quartieri si odono urla disperate:
“ Nun ci ‘a tuccate: ce simme affeziunate!”
Fanno eco, dalla adiacente piazza:
“Stacimm ’accussì buone int’a munnezza…”

Da: "Epigrammi corsari"

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

Le TOP 5 di oggi
1. COMMENTO Pensioni, Padoan: «La Consulta doveva valutare i costi della sentenza» 2. VOTO L'Anticorruzione è legge: torna il falso in bilancio 3. RICOSTRUZIONE Strage di Tunisi, in quei giorni Touil era in Italia 4. AVANZATA Palmira in mano all'Isis, la città presa dai jihadisti 5. PROGETTO Berlusconi: «Nuovo partito ma il leader non sarò io»
Dalla nostra HomePage
GUERRA Siria, l'Isis avanza: scacco ad Assad

Lo Stato Islamico prende Palmira. Culla della civiltà e crocevia commerciale. Adesso controlla metà del Paese. E l'accesso a Damasco. Soldati decapitati. Foto.

prev
next