SALUTE

Febbre da Capodanno

San Silvestro a letto per 140 mila italiani. Il picco a gennaio.

27 Dicembre 2011

La curva dell'influenza è ancora 'bassa', segno che il 'boom' di casi ancora non c'è stato, ma i virus influenzali - complici anche le feste e la permanenza in luoghi chiusi - hanno intensificato la loro circolazione. E da questo momento i contagi possono «solo crescere». Così, secondo le previsioni del virologo Fabrizio Pregliasco dell'Università di Milano, saranno circa 140 mila gli italiani che trascorreranno il Capodanno a letto con la febbre.
«Come si prevedeva» ha spiegato l'esperto «questa stagione influenzale sarà abbastanza 'tranquilla'». I virus in circolazione sono «quelli noti e già compresi nel vaccino a disposizione».
IL PICCO VERSO FINE GENNAIO. Con l'abbassamento delle temperature di questi giorni e i maggiori contatti interpersonali nel periodo delle feste natalizie, «è però prevedibile che si avrà un aumento dei casi».  Dunque i virus, a breve, «è previsto che intensifichino la loro circolazione», raggiungendo livelli molto alti di diffusione «con la riapertura delle scuole, fino ad arrivare al picco per numero di casi di influenza verso fine gennaio».

Nel 2010 oltre 5 milioni di italiani sono rimasti a letto

Il virus influenzale isolato in Italia, hanno sottolineato gli esperti, è del ceppo AH3N2, il cosiddetto 'Perth-like' o 'virus australiano', ed è un virus largamente atteso che fa appunto parte di quelli inseriti nel vaccino. I casi attesi complessivamente in Italia quest'anno si aggirano tra i 2 e i 4 milioni per l'intera stagione. Un numero comunque minore di casi, contro i 5 milioni registrati nella scorsa stagione, anche se molto dipenderà dalle temperature delle prossime settimane.
LO SPORTELLO DELL'ISS. E anche quest'anno a monitorare l'influenza e i casi in Italia sarà 'Influnet', la rete ufficiale gestita dall'Istituto superiore per la sanità (Iss), che si avvale di circa 800 medici-sentinella su tutto il territorio nazionale.
«Al momento», ha affermato Pregliasco, «gli italiani già costretti a letto per forme influenzali o simili sono circa 84 mila, ma aumenteranno notevolmente già nella prossima settimana (2-8 gennaio 2012)».
IN AUMENTO I VIRUS GASTROINTESTINALI. Ma non ci sono solo i virus dell'influenza. In questi giorni, anche a causa dell'aumentare dei contatti con scambio di baci e strette di mano, si è registrato un consistente aumento pure per la circolazione dei virus gastrointestinali. Oltre ai febbroni in agguato, dunque, «bisogna difendersi in questo periodo», ha avvertito Pregliasco, «anche dai disturbi intestinali».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

Le TOP 5 di oggi
1. PROTESTA Cgil, corteo a Roma: Camusso rilancia lo sciopero generale 2. REPLICA Leopolda, Renzi: «Ascoltiamo la piazza, ma non ci ferma» 3. DIRITTI Iran, Reyhaneh Jabbari è stata impiccata 4. CRONACA Incidente stradale sulla A1 vicino a Roma: ci sono morti 5. ANTICIPO Serie A, Sampdoria-Roma 0-0
Dalla nostra HomePage
L43 Twitter
prev
next