IL CASO

Silicone killer, 33 mila casi in Venezuela

Il ministero: «Le protesi Pip erano state bandite nel 2010».

13 Gennaio 2012

Silicone killer: è allarme in Sudamerica. Sono circa 33 mila, infatti, le donne venezuelane che hanno subito l'impianto di protesi mammarie della marca francese Pip (Poly Implant Prothese), bandite per legge in Venezuela dal 2010.
«Il governo», ha spiegato il ministro della Salute, Eugenia Sader «ha vietato l'uso, la distribuzione e la vendita di queste protesi in Venezuela».
Sader ha quindi invitato le donne interessate «a restare calme e a consultare un medico».
A fine dicembre le autorità di Caracas avevano annunciato che le pazienti potranno farsi espiantare le Pip gratuitamente, ma che la sostituzione delle protesi non sarà a carico dello Stato. Venerdì 6, 500 venezuelane hanno presentato una denuncia nei confronti della società francese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

Le TOP 5 di oggi
1. SVOLTA M5s, il direttorio di Grillo ottiene il via libera dei militanti 2. ALLARME Vaccino anti influenza: salgono le morti sospette 3. ECONOMIA Pil, Istat: crescita zero nel quarto trimestre 4. MISSIONE Papa Francesco in Turchia per un viaggio apostolico 5. CRONACA Doping, Kostner deferita: rischia 4 anni di stop
Dalla nostra HomePage
L43 Twitter
prev
next