L43 Blog

Recensione del film ''Tiramisù''

Un film che forse vuole trovare Il limite tra

PUBBLICATO IL 26 FEBBRAIO 2016 DA
 
 

Regia: Fabio De Luigi ; Sceneggiatura: Fabio De Luigi;  Cast: Fabio De Luigi, Vittoria Puccini, Angelo Duro, Giulia Bevilacqua, Nicola Pistoia, Giovanni Esposito, Orso Maria Guerrini, Pippo Franco Fotografia: Federico Masiero ;Produzione: Colorado Film; Distribuzione: Medusa Film; Genere: Commedia; Data uscita: 25 febbraio 2016; Durata: 94 '

Il tiramisù apre tante porte, per il successo s'intende, ma ne chiude molte altre: prima di tutto quelle della felicità. Questa è la ' paraboletta ' ( nuovo vocabolo ?)che il simpatico ' bonaccione e pasticcione dello schermo' ha scritto, diretto ed interpretato con discontinui risultati. Fabio De Luigi interpreta Antonio Moscati un rappresentante di materiale farmaceutico , sposato con Aurora ( Vittoria Puccini) una bella donna, insegnante in attesa di un posto di lavoro, dolce quel tanto che basta a confezionare tiramisù eccezionali, ma tosta come un croissant del giorno dopo. Non hanno figli ( Antonio ha gli spermatozoi pigri) e nella loro casa soggiornano spesso  Franco( Angelo Duro), il fratello di Aurora, trentenne divorziato con una saggia figlia di sette anni e Marco ( Alberto Farina ) il classico esempio di ' sfigato' perennemente depresso e pieno di debiti a causa di una gestione  fallimentare della propria trattoria. Anche gli affari di Antonio non vanno bene finchè il tiramisù della moglie comincia a fare ' miracoli' aprendo molte strade in ambiente sanitario che permetteranno prima di tutto il passaggio da rappresentante di bende e garze al ruolo di informatore del farmaco  di una grande azienda del settore. Intrallazzando,partecipando a gare di forniture ospedaliere in maniera ' truffaldina', Antonio ottiene finalmente  lauti guadagni, sempre protetto dai benefici influssi del tiramisù della moglie.

Tutto sembra procedere con il vento in poppa, finchè la moglie comincia a sentirsi trascurata e tradita dal marito che intanto ha conosciuto una bellissima ed intrigante collega (Giulia Bevilacqua) e.... Nella vicenda si trovano anche due personaggi,un anziano primario pediatra(Pippo Franco), saggio quel tanto da capire anche nei nostri tempi quali sono i valori fondamentali della nostra esistenza e l'arcigno ed aristocratico presidente della società farmaceutica (Orso Maria Guerrini)che coglie e sottolinea il grande valore di Aurora. Due interpretazioni che rappresentano delle pietre miliari nel film che di fatto si mostra poco incisivo  nel cogliere la necessità di una maggiore determinazione e chiarezza nel mostrare al pubblico il limite tra il comico ed il disonesto.

Perchè il disonesto non deve far ridere, deve far  arrabbiare. Solo così lo spettatore potrà scoprire che non debbono esistere i 'simpatici imbroglioni', ma solo e sempre ' sconvenienti truffaldini'.  

 

 

 

 
File multimediali correlati a questo articolo

4 foto
FOTO

Nessun commento

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

-->
prev
next