L43 Blog

#bastatacere, violenza ostetrica: è successo anche a me

Il parto naturale di mia figlia si è trasformato in un incubo. Ma non sono convinta che con il carcere alle ostetriche si risolva il problema

PUBBLICATO IL 20 APRILE 2016 DA Eloisa Covelli

Avevo 27 anni, sono uscita dalla sala parto con la vagina a brandelli. C’ho messo 18 mesi perché tornasse a posto. Durante il parto nessuno mi diceva cosa stesse succedendo. E io pensavo che se fosse successo qualcosa a mia figlia mi sarei buttata dal balcone.   40 settimane + 2 giorni di gestazione. Arrivano finalmente le contrazioni forti. Vado subito in ospedale, non uno qualsiasi, ma un policlinico romano, dove nascono 11 bambini al giorno. La febbre mi fa subito capire che qualcosa non sta andando per il verso giusto. A mezzanotte mi portano in sala parto con la flebo dell’antibiotico in vena. Poi verrà sostituita a mia insaputa da ossitocina. Parlo subito con l’anestesista perché sappia che ho prestato il consenso per l’epidurale.   Rimango in balia di dolori fortissimi da sola in sala parto. Una tirocinante viene di tanto in tanto a farmi dei massaggi. Mi faccio alzare il volume del monitoraggio fetale per sentire il cuoricino di mia...

Centri interculturali di Roma a rischio scomparsa

Un bando del commissario Tronca rischia di far chiudere da un giorno all’altro le strutture che si occupano dell’integrazione dei bambini stranieri

PUBBLICATO IL 22 GENNAIO 2016 DA Eloisa Covelli

  Al Celio, dentro il parco vicino al Circo Massimo, nel cuore di Roma, sorgono due strutture, dove i figli degli immigrati giocano con i “figli di”. A beneficio, siamo sicuri, di entrambi. Sono il Celio Azzurro e il Centro educativo San Gregorio al Celio, strutture che da 30 anni accolgono rispettivamente bambini da 3 anni e dai 18 mesi fino a 6 anni, di ogni nazionalità e ceto sociale. Tutto ciò è stato possibile fino a ora grazie ai fondi comunali per i centri interculturali e grazie al principio del “chi più ha, più paga”. Così, accanto ai figli dei politici, cantanti, attori, giornalisti, registi e dipendenti Fao, ci sono i piccoli figli di immigrati, ma anche di italiani rimasti fuori dalle strutture comunali e statali per il sistema perverso di graduatorie. Negli asili e nelle scuole dell’infanzia pubbliche, infatti, chi ha i genitori disoccupati o uno solo di essi ha meno punti di chi ha entrambi i genitori con il posto fisso. Questi due centri sono...

Pubblicato in minori

Processo Condor, quando la procedura si scontra con l’umanità

Neanche una Corte di giustizia può ignorare il dolore di una mamma di un desaparecido

PUBBLICATO IL 26 SETTEMBRE 2015 DA Eloisa Covelli
Andrés Humberto Bellizzi Bellizzi, desaparecido

Roma, aula bunker di Rebibbia, 25 settembre. Udienza del processo Condor, quello sui desaparecidos di origine italiana. Prende la parola Roger Rodriguez, giornalista uruguyano che da anni indaga sulla scomparsa dei suoi connazionali. Chiede alla Corte di acquisire un documento del gennaio 1974 che attesta come gli eserciti sudamericani fossero in contatto tra loro e stessero pianificando l’annientamento dei “sovversivi”. La Corte, presieduta da Evelina Canale, respinge la richiesta. Il pm Tiziana Cugini si oppone. Il presidente della Corte rimane sulle sue posizioni. Prende la parola il giornalista Rodriguez e in un accorato appello ai giudici chiede di acquisire il documento. «Ho fatto migliaia di chilometri per venire qui» ha detto «e anche le signore Bellizzi, che hanno testimoniato per la scomparsa del fratello e del figlio, ieri piangevano per come sono state maltrattate. Si renda conto: la signora Maria ha ...

Pubblicato in donne

Abortire un embrione malato, una scelta condivisibile

Non tutte le famiglie con figli disabili sono come quella del video

PUBBLICATO IL 06 APRILE 2015 DA Eloisa Covelli
L'ultimo rapporto Istat segnala come, dal 1992 al 2012, sia cambiata radicalmente l'immagine della famiglia ''tradizionale''.

  “The simple interview”, il video in cui un ragazzo racconta il fratello affetto dalla sindrome di down è diventato virale. Come spesso succede, si parla dell’handicap o in maniera idilliaca (è questo il caso del video) o nei casi di cronaca nera, quando ad esempio un genitore si toglie la vita e uccide il figlio handicappato perché esasperato. Ma la quotidianità non fa notizia. Qual è allora la vita di ogni giorno di una famiglia in cui c’è un ragazzo disabile? Non c’è una risposta a questa domanda. Dipende da caso a caso, da famiglia a famiglia. Sono anche io una “sibling”, come vengono adesso chiamati con termine inglese e “cool” i fratelli e le sorelle delle persone handicappate, e in quel video non mi riconosco. Al di là dell’esperienza personale, ho visto negli anni molte famiglie che vivevano situazioni analoghe. Alcune hanno vissuto l’handicap in maniera normale, altre lo...

Pubblicato in donne

Padre violento con la madre, risarcito il figlio

Il tribunale di Savona ha condannato un genitore al pagamento di 18.000 euro perché il bimbo ha assistito ai maltrattamenti sulla mamma

PUBBLICATO IL 08 FEBBRAIO 2015 DA Eloisa Covelli
A lanciare l'allarme sui maltrattamenti ai danni dei bambini sono stati alcuni genitori.

Padre condannato a risarcire il figlio di 8 anni che ha dovuto assistere alle violenze sulla madre. E’ una sentenza che farà scuola quella del tribunale di Savona che ha condannato un genitore al pagamento di 18.000 euro di danni verso un bambino di 8 anni. La novità sta nel fatto che il bimbo è stato colpito una volta della violenza paterna, negli altri casi ha solo assistito a  episodi di violenza verbale e fisica nei confronti della madre. Tanto è bastato per avere il risarcimento per tutti e sei gli anni in cui l’uomo ha esercitato la patria potestà, toltagli poi nel 2012. Per il giudice Cristina Tabacchi, che ha emesso la sentenza, il clima di violenza ha infatti “rovinato la qualità della vita” del bambino. Il giudice ha ritenuto che sussistesse “una grave violazione dei diritti del minore, sia per la lesione della propria integrità fisica, sia per la violazione dell’obbligo al mantenimento”, ma soprattutto per la “lesione al diritto di...

Pubblicato in donne - minori
-->