MONTAGNA

Alpinisti dispersi, calano le speranze di salvezza

Nessuna traccia dei tre dopo i voli sopra il Dome des Ecrins.

29 Novembre 2012

Dopo le ricognizioni del 29 novembre sulla montagna si sono ridotte le possibilità di trovare ancora in vita i tre alpinisti italiani (Damiano Barabino, di Genova, Francesco Cantù, di Lecco, e Luca Gaggianese, di Milano) dispersi da quattro giorni sulle pendici del Dome des Ecrins, nelle Alpi francesi.
«PERLUSTRATI TUTTI I VERSANTI». «Abbiamo perlustrato tutti i versanti» - ha spiegato il comandante del Peloton d'haute montagne di Briançon, Nicolas Colombani - «partendo dal glacier Noir, dal glacier Blanc, dal ghiacciaio della Bonne Pierre, fino a quello della Pilatte nella parte sopra i 3.300 metri di quota. Purtroppo la zona sopra il rifugio Temple Ecrins era coperta dalle nubi, ci riproveremo»
PERICOLO DI VALANCHE ALLENTA RICERCHE. Secondo Colombani, «le possibilità di salvezza dei tre sono legate alle decisioni che hanno preso». Per il 30 novembre non è prevista la partenza di squadre di ricerca a piedi a causa dell'elevato pericolo valanghe.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

Dalla nostra HomePage
Da sinistra Lucio Barani, Denis Verdini e Vincenzo D'Anna alla presentazione del gruppo ''responsabili'' al Senato.FINTO STRAPPO
Verdini, scissione che serve molto a Renzi e Berlusconi

Denis lancia i responsabili al Senato. Con amici di Cosentino. Per aiutare Renzi, ma anche Berlusconi, dice il fittiano Bianconi: «Il patto Matteo-Silvio è vivo».

GIUSTIZIA Caso Azzollini, cinque cose da sapere

Il Senato vota contro l'arresto del senatore. Dal crac Divina Provvidenza al caos Pd. Tutti i nodi della vicenda.

prev
next