Banksy, oscurato il murales per i migranti di Calais

L'artista reinterpreta Cosette di Victor Hugo, di fronte all'ambasciata francese a Londra. La ragazzina piange per i lacrimogeni a Calais. Disegno coperto da un pannello. Foto.

25 Gennaio 2016

Un pannello di compensato per coprire l'arte di Banksy, e la sua denuncia del trattamento riservato dalla polizia ai migranti accampati a Calais. Un nuovo murales dell'artista britannico, appena apparso a Londra nel quartiere di Knightsbridge, davanti all'ambasciata francese, è stato di fatto censurato dalle autorità di Sua Maestà, ma ha fatto in tempo a diventare virale sui social network (foto).
IL PERSONAGGIO DI COSETTE. Il graffito è ispirato a I miserabili di Victor Hugo ed è una rivisitazione del personaggio di Cosette ritratto da Émile Bayard. Un'immagine iconica, diventata successivamente un simbolo del musical ispirato al romanzo dell'autore francese. Cosette, vestita di stracci, nella versione di Banksy ha le lacrime agli occhi ed è avvolta in una nuvola di gas. A terra c'è una bomboletta e dietro di lei la bandiera francese.
IL QR CODE CON IL VIDEO DEI LACRIMOGENI. L'intenzione di criticare la gestione del campo profughi a Calais da parte delle autorità transalpine è evidente. Sulla sinistra del graffito, in basso, c'è un codice QR che rimanda a un video dell'operazione di sgombero del 5 gennaio 2015, nel corso della quale sono stati impiegati lacrimogeni e proiettili di gomma. Banksy si era già occupato dei migranti accampati in attesa di attraversare la Manica con quattro graffiti realizzati proprio a Calais, uno dei quali raffigurava Steve Jobs con un vecchio computer Apple in mano e una sacca in spalla.

 

  • Il video a cui rimanda il codice QR del murales di Banksy.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

Dalla nostra HomePage
Libia, il risiko di Bengasi e della Cirenaica

Il no (dubbio) del parlamento di Tobruk al governo di unità complica gli scenari. Serraj perde consensi, Haftar guadagna terreno nell'Est. C'è il rischio scissione.

prev
next