TRAGEDIA

Bimbi sotto un treno, rabbia in stazione

India, capostazione ucciso in un rogo.

27 Febbraio 2013

Il dramma assurdo di due bambini finiti schiacciati da un treno mentre tentavano di attraversare le rotaie ha provocato la rabbia della folla e un autentico assalto alla stazione di Gulabanj, nello Stato centrale del Madhya Pradesh, dove è rimasto ucciso un dipendente delle Ferrovie.
L'uomo, secondo The Times of India, si era rifugiato in una stanza dopo l'assalto della folla alla stazione: gli aggressori hanno poi appiccato le fiamme, e il responsabile è morto nel rogo.
SENZA SOTTOPASSAGGIO. Mohammad Ali, cinque anni, a la sorella di otto anni Icra, stavano attraversando le rotaie in assenza di un sottopassaggio pedonale, quando sono stati travolti da un treno in corsa.
Secondo alcune testimonianze nessun messaggio veva annunciato l'arrivo del convoglio, un Sampark Kranti Express, che transita senza fermarsi per la stazione di Gulabganj.
L'incidente, avvenuto proprio nel giorni in cui il ministro delle Ferrovie Pawan Kumar Bansal ha presentato un piano di investimenti per aumentare le misure di sicurezza nelle stazioni, ha scatenato la rabbia del villaggio.
Decine di persone sono scese sui binari, bloccando il traffico ferroviario, poi un gruppo ha preso d'assalto uno degli uffici, intrappolando due dipendenti: Sanket Bansal e Bhagwan Das.
BANSAL IN CONDIZIONI GRAVI. Quest'ultimo è morto prima dell'arrivo dei soccorsi, mentre il primo è stato trasferito all'ospedale di Bhopal in condizioni critiche.
Le proteste hanno fermato diversi treni nelle stazioni di Bina, Bhopal e Vidisha, bloccando per quattro ore e mezzo il traffico ferroviario sulla frequentatissima linea Delhi-Chennai.
Anche nella stazione di Bhopal si è attivata subito una manifestazione per chiedere che i responsabili della morte dei due bambini a Gulabganj vengano accusati di omicidio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

Le TOP 5 di oggi
1. TENSIONE Turchia, assalto alla sede del partito di Erdogan 2. POLITICA Anti corruzione, sì al falso in bilancio per società non quotate 3. VIOLENZA L'Isis attacca un campo profughi in Siria 4. POLEMICA D'Alema: «La legge deve tutelare i non indagati» 5. TRATTATIVE Nucleare Iran, accordo appeso a un filo
Dalla nostra HomePage
TENSIONE
Turchia, assalto alla sede del partito di Erdogan

Terrore a Istanbul. Attacco contro una sede della polizia: uccisa una donna kamikaze. Blitz di un uomo armato nel palazzo dell'Akp: arrestato. Foto.

SPORT MALATO Doping nel calcio, un tabù duro a morire

In atletica pene severe. Schwazer ne sa qualcosa. Nel calcio non paga nessuno. Dall'Epo al Gh: i preparati sono sempre più sofisticati. Ma guai a definirli letali.

prev
next