Apri/chiudi Tab
Le top 10 news di oggi chiudi
Le inchieste di Lettera43 chiudi
Le grandi interviste di Lettera43 chiudi
L43 - Local L’informazione dalla tua città Invia
TUTTO ITALIA EUROPA AFRICA ASIA NORD-AMERICA SUD-AMERICA OCEANIA Login | Registrati |  Martedì, 29 Luglio 2014- 06.35

Cronaca 

Cgil: «Il 14 novembre sciopero generale»

Protesta di quattro ore nell'ambito di una mobilitazione europea.

LAVORO

Sciopero generale di quattro ore per il 14 novembre.
Lo ha proclamato la Cgil, che ha anche dichiarato che è previsto venga gestito a livello territoriale.
A deciderlo è stata la Segreteria del sindacato.
La protesta, della sola Cgil, rientra nell'ambito della giornata di mobilitazione indetta dalla Confederazione europea dei sindacati (Ces).
La Segreteria ha inoltre sottolineato di aver «inutilmente ricercato con Cisl e Uil di tradurre la decisione della Ces».
ROTTURA CON CISL E UIL. È rottura quindi con Cisl e Uil dopo aver tentato di organizzare una manifestazione comune per l'iniziativa europea e il no all'austerità. La Uil ha accusato la Cgil di aver «buttato a mare» il percorso unitario intrapreso a livello europeo, mentre la Cisl ha giudicato «davvero inspiegabile» la decisione unilaterale di Corso d'Italia proprio mentre si stava discutendo una possibile azione comune.
«CONTRO L'AUSTERITY». In una nota si legge che la mobilitazione del sindacato europeo è «per il lavoro e la solidarietà contro l'austerità» ed «è evidente che al centro di questa giornata di sciopero l'obiettivo è quello di cambiare la legge di stabilità».
Per la Ces le misure di austerità avvrebbero infatti trascinato l'Europa nella stagnazione economica, fino alla recessione.
«NECESSARIO UN CAMBIAMENTO». I risultati di queste politiche sarebbero stati dunque il blocco della crescita e la disoccupazione in continuo aumento.
I tagli a salari e protezione sociale sarebbero attacchi al modello sociale europeo e aggraverebbero disuguaglianze e ingiustizia.
Il sindacato avverte: «È necessario un cambio di rotta».
Per la giornata del 14, sottolineano dalla Cgil, è stato già proclamato uno sciopero in Spagna, Portogallo e Grecia, mentre sono attese decisioni in questo senso anche in altri Paesi.

Lunedì, 29 Ottobre 2012 © RIPRODUZIONE RISERVATA


Commenti (1)

fantapolitik10 29/ott/2012 | 22:49

MA COME MAI LA CGIL FA SCIOPERO?
Brava la camusso dopo molto tempo si è ricordato che la cgil ha una vocazione naturale agli scioperi.Con i governi Berlusconi si organizzavano tanti scioperi nazionali per motivazioni meno importanti di quelli che sottintendono a quello che ha fatto il governo Monti ai lavoratori italiani.Certo che la presenza del compagno presidente sta facendo diventare la nostra una repubblica popolare.

Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

L’informazione dalla tua città
Invia