«Decapitato dall'Isis perché ascoltava musica occidentale»

La vittima sarebbe un ragazzino di 15 anni, giustiziato a Mosul.La fonte è Ara News, un sito d'informazione curdo.

19 Febbraio 2016

Screenshot dal sito di Ara News.

Screenshot dal sito di Ara News.

Un giovane iracheno di 15 anni, decapitato dall'Isis perché ascoltava «musica occidentale».
Secondo testimonianze non verificabili in maniera indipendente, l'episodio sarebbe accaduto a Mosul, capitale dello Stato islamico nel Nord dell'Iraq. La fonte è Ara News, un sito di notizie curdo-siriano.
Ayham Hussein, 15enne figlio di un fruttivendolo, sarebbe stato pubblicamente giustiziato dopo essere stato arrestato della polizia dell'Isis, la hisba, nel mercato di Nabi Yunis, quartiere occidentale di Mosul. Reo soltanto di ascoltare musica. La decapitazione sarebbe avvenuta, secondo Ara News, in una piazza pubblica di Mosul.
In un comunicato di oltre un anno fa, l'Isis aveva vietato «musica in auto, nelle feste, nei negozi e in pubblico, così come l'affissione di fotografie di persone alle vetrine dei negozi». Musica e canzoni, secondo l'interpretazione degli integralisti, sarebbero proibite dall'Islam perché impedisocno di pensare a Dio e al Corano, diventando «una tentazione e una corruzione del cuore».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

Dalla nostra HomePage
Margrethe Vestager
Vestager, la donna incubo delle …

Vuole scucire ad Apple 13 miliardi. E inchioda Google, Fiat, Starbucks, Gazprom. Così la commissaria Vestager prova a dimostrare che l'Ue non è solo burocrazia.

prev
next