Delitto di Roma: il nodo dell'infermità mentale

Incapaci di intendere e volere o mostri pronti a tutto? Il destino di Foffo e Prato, come per altri killer, dipenderà dalla perizia psichiatrica. Ecco come funziona. 

di

|

10 Marzo 2016

Luca Varani

(© Ansa) Luca Varani

Dopo il presunto sodalizio criminale, tra Manuel Foffo e Marco Prato, arrestati per l'omicidio di Luca Varani, va in scena lo scaricabarile di responsabilità.
Il legale del primo, Michele Andreano, chiedendo la perizia psichiatrica per il suo assistito, ha dichiarato che no, il 30enne - definito «ragazzo modello» dal padre nel corso di Porta a Porta - «non avrebbe ucciso se non fosse stato cocainomane».
IL RIMPALLO DI RESPONSABILITÀ. Anche sulla coltellata al cuore - che però stando ai primi risultati dell'autopsia non sarebbe risultata mortale - i due si stanno autoaccusando.
Foffo, nonostante fosse per sua ammissione «strafatto» di coca, si ricorda perfettamente la dinamica dell'accaduto: a infliggerla sul corpo di Varani sarebbe stato Prato. Che però non ci sta: «Io ho solo guardato», ha risposto agli inquirenti, «questo è il mio peccato: ma non ho ucciso Luca. È stato Manuel».
LE COPPIE CRIMINALI. Nulla di nuovo, visto che si tratta di una dinamica tipica delle "coppie criminali": da Erika e Omar fino ai serial killer Ludwig. Da Pietro Maso e i suoi complici fino al caso più recente dei due arrestati per l'omicidio della professoressa Gloria Rosboch, l'ex allievo Gabriele Defilippi e l'amico-amante Roberto Obert.
Coppie in cui spesso, spiega a Lettera43.it Isabella Marzagora, professoressa di Criminologia a Milano, «una personalità è trascinante rispetto all'altra».

La perizia non è uno stratagemma per farla franca

Isabella Merzagora.

Isabella Merzagora.

In questo gioco di specchi, a fare un po' di chiarezza potrebbe essere la perizia psichiatrica a cui i due saranno sottoposti.
Un metodo «per accertare se le persone che hanno commesso un delitto abbiano o meno piena capacità di intendere o volere», spiega Marzagora, autrice di varie perizie per conto del Tribunale come quella su Adam Kabobo, il cittadino ghanese che nel 2013 massacrò tre persone per la strada a colpi di piccone in zona Niguarda.
UN METODO DOVEROSO. E non è una banalità. Perché quando si parla di perizia psichiatrica scatta la classica reazione: «Ecco, così la faranno franca, vogliono passare per matti», e così via.
Per questo Merzagora mette in chiaro che la perizia non stabilisce automaticamente la mancata capacità di intendere e di volere.
Insomma, «non è uno strategemma per non pagare il fio». Anzi, «davanti a delitti del genere», continua, «è doverosa».
IL CAPITOLO ATTENUANTI. Ma non c'è cocaina o personalità disturbata che tengano.
«Se una persona è malata di mente o ha una personalità particolare», mette in chiaro la professoressa, «può essere riconosciuta responsabile». E quindi essere imputabile perché capace di intendere e di volere.
Il fatto che Prato volesse trasformarsi in una donna soffrendo per l'impossibilità di farlo può essere segno di una mentalità disturbata? Nemmeno questo ragionamento regge del tutto.
Vorrebbe dire che i trans e i transgender sono più propensi all'omicidio o alla violenza. E questa sì che è una follia.
Se poi «dietro a questo suo desiderio», precisa Merzagora, «ci sia un problema psicopatologico è appurabile solo attraverso una perizia».
NO ALLE DIAGNOSI AL BUIO. E questo perché, scherza ma non troppo, anche il migliore dei criminologi non riuscirebbe a fare una diagnosi al buio, in base a ciò che si legge sui giornali.
Lo stesso vale per l'abuso di alcol o di sostanze stupefacenti.
«Assumere droga», continua la docente, «non comporta la dichiarazione di incapacità». Meglio ricordarlo e ribadirlo.
In altre parole non bisogna cadere nel tranello che «siccome uno si è macchiato di un delitto folle», cioè senza apparente spiegazione, «allora deve essere per forza malato di mente».


Twitter: @franzic76

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

Dalla nostra HomePage
prev
next