Giugliano, uccide moglie e figlia poi si suicida

La donna aveva 30 anni, la bambina 4. Massacrate a colpi d'ascia. Lui si è tolto la vita con un coltello.

09 Gennaio 2016

Ha ucciso la moglie di 30 anni e la figlia di quattro a colpi d'ascia, poi si è suicidato tagliandosi la gola con un coltello. È avvenuto in via Licola Mare, nel territorio del comune di Giugliano (Napoli).
A compiere il gesto un ucraino di 44 anni, deceduto alcune ore dopo essere stato ricoverato in ospedale.
SCOPERTO DAL DATORE DI LAVORO. L'uomo, che lavorava in un vivaio, la mattina del 9 gennaio non si era presentato al lavoro. Così il titolare si era recato a casa sua, scoprendo l'accaduto e dando l'allarme.
Ancora da ricostruire i motivi del raptus omicida. Sull'episodio indagano i carabinieri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

Dalla nostra HomePage
prev
next