Gli articoli più letti nel 2015 su Lettera43.it

Allarme Bcc. Stragi di Parigi. Zanardi su Rossi-Marquez. I rovinati da Star Wars. L'omosessualità nella Chiesa. La classifica dei 10 pezzi più cliccati dell'anno.

31 Dicembre 2015

Cosa ha colpito di più i lettori nel 2015?
Abbiamo selezionato i 10 articoli di Lettera43.it più letti.
Ve li riproponiamo qui sotto con una breve sinossi e il link al pezzo originale.
DALLE BCC A STAR WARS. Notizie di cronaca, terrorismo, interviste, passando per cultura e sport: sono le storie che vi hanno maggiormente emozionato e interessato nell'arco dell'anno.
 

1. Banche italiane in crisi: allarme anche sul credito cooperativo
 

  • Dopo il salvataggio delle quattro banche, anche le Bcc sono a rischio.


L'articolo più letto del 2015 è anche uno degli ultimi.
Il salvataggio delle quattro banche italiane - Banca Popolare Etruria, Banca Marche, Carichieti e CariFerrara - ha acceso i riflettori sullo stato di salute sugli istituti italiani.
Comprese quelle di credito cooperativo, la cui condizione ha cominciato a vacillare.
SERVIZIO AI RISPARMIATORI. Un articolo con dati e informazioni che va nel profondo delle Bcc e allo stesso tempo è di servizio per tutti i risparmiatori preoccupati dai recenti avvenimenti.
LINK. Banche a rischio collasso: adesso è allerta Bcc
 

2. Stragi di Parigi: la diretta della tragica notte
 

  • Un uomo ferito negli attacchi di Parigi.


A partire dalle prime sparatorie e le sporadiche e confuse notizie inziali, la diretta degli avvenimenti del 13 novembre 2015 a Parigi ripercorre tutti gli istanti di una delle notti più drammatiche degli ultimi anni per l'Europa.
I FATTI ORA PER ORA. Riletta a posteriori, la pura cronologia degli eventi che hanno sconvolto la Francia, iniziati con una sparatoria in un bar, dà la sensazione di rivivere una tragedia di cui si sono colte le proporzioni solo con il passare delle ore.
LINK. Parigi sotto attacco, attentati e esplosioni: è strage
 

3. Polemica sulle nomine dei musei: l'intervista a Philippe Daverio

 

  • Il critico d'arte Philippe Daverio.
     

Ad agosto il ministro della Cultura Dario Franceschini ha nominato sette direttori di musei di origine straniera.
E chi sostiene la professionalità degli italiani scartati ha subito manifestato la propria contrarietà alla decisione.
PROVOCAZIONE DI DAVERIO. In un'intervista dai toni sarcastici, il critico d'arte Philippe Daverio ha attaccato il sistema di selezione, lanciando una provocazione: «Allora dateci anche i ministri stranieri».
LINK. Direttori musei, Daverio: «Allora dateci anche i ministri stranieri»
 

4. Rossi e Marquez: il commento di Alex Zanardi
 

 

  • Valentino Rossi e Marc Marquez.
     

Nella penultima gara del motomondiale si sono decise le sorti del campionato: Valentino Rossi ha fatto cadere il campione spagnolo Marc Marquez, guadagnandosi una punizione per la decisiva sfida di Valencia: partire dall'ultima posizione.
Il pubblico italiano e quello spagnolo hanno sostenuto per giorni i propri piloti, mentre Rossi minacciava di ritirarsi senza gareggiare nel Gran premio finale.
NELLA TESTA DEGLI SPORTIVI. Alex Zanardi, il campione paraolimpico ed ex-pilota di Formula 1, ha incoraggiato in un'intervista il numero 46, incitandolo a tentare il tutto per tutto.
Nel botta e risposta, Zanardi ha spiegato cosa passa per la testa degli sportivi in momenti simili.
LINK. Alex Zanardi: «Valentino, vai a Valencia e corri»
 

5. Il lavoro che spezza la schiena: le foto dei mestieri più duri


  • Contadini in Vietnam.
     

Una serie di scatti d'autore provenienti dalle varie parti del pianeta dove il lavoro è ai limiti del disumano.
INIZIATIVA DELLA BANCA MONDIALE. La raccolta, sponsorizzata dalla Banca Mondiale per promuovere un maggior accesso al credito nei Paesi in via di sviluppo, porta sotto gli occhi dello spettatore occidentale le condizioni di uomini e donne costretti ai lavori più duri.
LINK. Le professioni più disumane immortalate in scatti da tutto il mondo
 

6. Allarme Isis: le mete turistiche a rischio
 

  • Fiori sulla spiaggia di Sousse, in Tunisia.


Nel 2015 segnato dalla minaccia dell'Isis, anche le abitudini di viaggio sono dovute cambiare.
Dopo gli attacchi al Museo del Bardo a Tunisi molte delle mete tradizionalmente ambite dagli italiani per le vacanze sono state considerate a rischio.
ANALISI DEI PAESI DEL MAGHREB. Dal Marocco all'Egitto, panoramica sulle condizioni di sicurezza degli Stati del Maghreb, con le rispettive peculiarità e i possibili rischi per il turismo.
LINK. Isis, le mete turistiche più a rischio attentati
 

7. Morte di Maria Grazia Capulli: volto amato del Tg2

 

  • Maria Grazia Capulli.


Il 21 ottobre 2015 è scomparsa a Roma Maria Grazia Capulli.
Il pubblico è rimasto particolarmente colpito dalla perdita di uno dei volti più noti dell'informazione televisiva italiana, morta prematuramente all'età di 55 anni.
UNA CARRIERA IN TELEVISIONE. Capulli era nel servizio pubblico fin dagli Anni 80 e conduceva l'edizione del Tg2 delle 13.
LINK. Maria Grazia Capulli, morta la giornalista del Tg2
 

8. Israele-Palestina: l'eterno conflitto spiegato in punti

 

  • Scontri in Cisgiordania.
     

Un articolo pubblicato nel 2014 letto e riletto anche nel 2015, data l'attualità di uno scontro che dura da più di 70 anni e sembra destinato a non finire mai.
LA QUESTIONE DALLE ORIGINI A OGGI. Partendo dai presupposti della faida tra i due popoli, si passa per l'occupazione dei Territori palestinesi fino ad arrivare alle violenze odierne.
A conclusione, i motivi delle difficoltà nel raggiungere un accordo.
LINK. Israele-Palestina, la guerra in otto punti
 

9. L'omosessualità vista dalla Chiesa: l'intervista a mons. Casale

 

  • Monsignor Giuseppe Casale.


Dopo il coming-out di monsignor Krzysztof Charamsa e l'immediata condanna del Vaticano, il tema dell'amore omosessuale è entrato a piè pari nella sfera della religiosità.
L'AMORE GAY «NON È PECCATO». Dopo l'invito di papa Francesco ai prelati di parlare con sincerità, monsignor Giuseppe Casale, arcivescovo emerito di Foggia, ha raccontato il suo punto di vista in un lungo colloquio.
L'amore gay «non è peccato», sostiene Casale in un botta e risposta che chiarisce i punti di vista della Chiesa su un argomento delicato per i cattolici.
LINK. Monsignor Casale: «L'omosessualità è ricchezza»
 

10. Fenomeno Star Wars: gli attori rovinati dalla saga

 

  • Gli attori Carrie Fisher e Mark Hamill.


Con l'uscita del settimo episodio di Star Wars, è arrivato il tempo di fare i conti con le sfortunate conseguenze subite dagli attori che hanno recitato nella saga.
Sembra infatti che chiunque sia passato dalle scene di Guerre Stellari non si sia mai liberato del peso insostenibile del ruolo.
DA CARRIE FISHER A MARK HAMILL. I primi a essere stati colpiti dalla 'maledizione' sono stati proprio due dei protagonisti della prima trilogia: Carrie Fisher (la principessa Leia) e Mark Hamill (Luke Skywalker).
Entrambi non hanno più avuto fortuna nel mondo del cinema.
Destino comune ad altri attori della saga.
LINK. La maledizione di Star Wars, gli attori rovinati dalla saga

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

Dalla nostra HomePage
Brexit, i rappresentanti Uk sgraditi a Bruxelles

Londra temporeggia, ma Juncker vuole il divorzio rapido. Così i gli esponenti britannici dell'Ue si sentono di troppo. E arrivano le prime dimissioni.

prev
next