India, autista ucciso da un meteorite

Per i media locali e per il ministro del Tamil Nadu il quarantenne è stato colpito da frammenti del corpo celeste. Ma per la polizia locale l'uomo è morto a causa dell'esplosione di candelotti cui è stato dato inavvertitamente fuoco.

08 Febbraio 2016

Che un meteorite cada colpisca la superficie terrestre è un fenomeno (per fortuna) raro. Che riesca a colpire una persona è un qualcosa di davvero poco probabile. Eppure in India c'è chi afferma il contrario. I media locali sostengono che un conducente di autobus di quarant'anni sia morto a Vellore, nel Tamil Nadu, dopo essere stato colpito da frammento del corpo celeste. La notizia è stata suffragata il ministro Jayalalithaa Jayaram: «L'incidente è avvenuto nel campus di un college privato». Ma per la spiegazione non ha convinto le forze dell'ordine.
COLPITO DA SCHEGGE. Testimoni hanno dichiarato al quotidiano News Indian Express che, nonostante il conducente sia stato subito trasportato all'ospedale perché colpito da schegge del meteorite, ha perso la vita durante il viaggio.
Nell'esplosione, che ha distrutto i vetri di bus e edifici vicini, sono rimaste coinvolte altre tre persone. Dopo aver sentito lo scoppio, gli studenti sono usciti dalle aule e trovando un cratere nel campo fuori dal college.
CANDELOTTI ABBANDONATI NEL TERRENO. Nonostante in molti abbiano parlato di misteriosi oggetti brillanti caduti dal cielo, la polizia locale ha una lettura della vicenda molto più prosaica: lo scoppio è stato causato da candelotti abbandonati nel terreno quando il college fu costruito.
Con tutta probabilità due giardinieri stavano dando fuoco a cumuli di spazzatura causando inavvertitamente l'esplosione dei candelotti.
NESSUNA PROVA DI MORTI CAUSATE DA METEORITI. Il sito Atlas, che si occupa di individuare i meteoriti, ricorda di non aver nessuna testimonianza di morti causate da asteroidi, considerate una remota probabilità.  

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

Dalla nostra HomePage
prev
next