Isis, camion-bomba contro sede della polizia in Libia

Decine di morti a Zliten, nel Nord del Paese. Porti petroliferi in fiamme.

07 Gennaio 2016

La sede della polizia attaccata dall'Isis a Zliten, in Libia.

La sede della polizia attaccata dall'Isis a Zliten, in Libia.

L’Isis avanza nel Nord della Libia.
Un camion imbottito di esplosivo è stato lanciato contro un centro di addestramento della polizia a Zliten, sulla costa del Mediterraneo, provocando almeno 74 morti e decine di feriti.
Il sindaco di Zliten, Miftah Lahmadi, ha fatto sapere che il camion bomba è esploso mentre il centro era pieno di reclute.
OSPEDALI IN EMERGENZA. Secondo il sito di Al Jazeera, tutti i quattro ospedali della zona sono in emergenza in seguito all'attentato, mentre Russia Today dice che l'ospedale di Misurata, che dista 60 chilometri da Zliten, ha chiesto ai cittadini di donare sangue.
Il gruppo editoriale Aamaq, collegato all'Isis, ha parlato di una «operazione di martirio», senza però rivendicare direttamente l'attentato terroristico.
PORTI PETROLIFERI IN FIAMME. Nel Paese è allarme anche per gli incendi provocati dagli attacchi dei jihadisti ai serbatoi di stoccaggio dei principali porti petroliferi libici. Sono stati assaltati e dati alle fiamme gli impianti di Es Sider e Ras Lanuf.
Il generale Khalifa Haftar, a capo delle forze armate libiche regolari, ha ordinato all’aviazione di «fermare con tutti i mezzi a disposizione» l’avanzata dell’Isis.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Canoi 07/gen/2016 | 14 :52

Quanto aspetta ancora, il bischero, a mandare la Folgore?

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

Dalla nostra HomePage
prev
next