Libia, il premier designato sopravvive a un attentato

Fuoco sul convoglio su cui viaggiava Fayez Sarraj. Era diretto a Misurata.

09 Gennaio 2016

Fayez Sarraj, premier designato del nascente governo libico.

(© Getty Images) Fayez Sarraj, premier designato del nascente governo libico.

Una transizione e una pace sempre più in bilico. Un Paese che continua a essere asfissiato dall'Isis. Il premier designato del nascente «governo di accordo nazionale» libico, Fayez Sarraj, è «sfuggito a un tentativo di assassinio» l'8 gennaio «quando il convoglio di auto su cui viaggiava è finito sotto il tiro di armi da fuoco sulla via verso Misurata».
A riferirlo è stata l'agenzia egiziana Mena citando una «fonte ben informata».
PROVENIVA DA ZLITEN. Nel testo diffuso la notte tra l'8 e il 9 gennaio, la Mena ha precisato che Sarraj proveniva da Zliten dove aveva presentato le condoglianze del proprio esecutivo per le decine di vittime dell'attentato con camion-bomba rivendicato dall'Isis contro un centro di addestramento della polizia.
La fonte ha precisato che Sarraj ha interrotto lo spostamento a Misurata con l'intenzione di compierlo in elicottero.
SARRAJ: «NON È TERRORISMO». L'Isis in Libia, come noto, controlla centinaia di chilometri costa della Libia centrale ha compiuto attentati in diversi punti del Paese.
Secondo quanto emerso da un colloqui tra il ministro degli Esteri italiano Paolo Gentiloni e Sarraj, non si tratterebbe di un attentato terroristico, ma di «un episodio che conferma la assoluta fragilità del quadro di sicurezza in Libia».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

Dalla nostra HomePage
Cannabis, numeri e rotte spiegati in 6 infografiche

Prime relazioni alla Camera. La cannabis in Europa vale 9 miliardi. In Italia 1,35. Arriva da Marocco e Afghanistan. E all'Olanda frutta 400 mln in tasse. I grafici.

prev
next