Marijuana, Veronesi: «Proibire non serve»

L'oncologo lancia un appello a favore della legalizzazione della cannabis.

11 Agosto 2014

L'oncologo Umberto Veronesi.

(© Getty Images) L'oncologo Umberto Veronesi.

L'oncologo Umberto Veronesi ha rilanciato la sua storica battaglia per la legalizzazione della cannabis.
Il famoso oncologo lo ha fatto attraverso il settimanale L'Espresso, mentre prima aveva lanciato la sfida da ministro della Sanità del governo Amato, incarico ricoperto dal 2000 al 2001.
CONTRO IL PROIBIZIONISMO. All’epoca la posizione favorevole alla liberalizzazione era nettamente minoritaria nel nostro Paese. «Io mi batto pubblicamente da decenni contro il proibizionismo e in questo mio impegno ho ripetuto all’infinito che, come medico e come padre, sono un convinto oppositore di tutte le droghe, pesanti e leggere, compreso fumo e alcol, perché creano assuefazione clinica e danni spesso irreparabili e talvolta letali», ha spiegato Veronesi. «Sono però altrettanto convinto», ha precisato, «che proibire e punire non serve, anzi può peggiorare la situazione».
Criminalizzare la cannabis fa «gli interessi del mercato nero e della criminalità organizzata», ha concluso il medico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

Dalla nostra HomePage
Libia, il risiko di Bengasi e della Cirenaica

Il no (dubbio) del parlamento di Tobruk al governo di unità complica gli scenari. Serraj perde consensi, Haftar guadagna terreno nell'Est. C'è il rischio scissione.

prev
next