RELIGIONE

Milano, Maroni apre alla moschea

«Ma voglio il rispetto delle nostre radici»

10 Maggio 2013

Il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni - che intanto ha minacciato l'opposizione al governo Letta - apre alla possibilità di una moschea a Milano. «Chiediamo il rispetto delle nostre radici cristiane. Chiunque può venire, però deve rispettare il nostro modo di vivere», ha detto l'ex ministro dell'Interno a margine dell'incontro all'arcidiocesi di Milano per presentare l'arrivo, previsto per il 14 maggio, del patriarca Bartolomeo in occasione delle celebrazioni dell'editto di Costantino.
ANCHE SCOLA È FAVOREVOLE.
Già nei giorni scorsi si era espresso cautamente a favore di un luogo sacro per i musulmani l'arcivescovo Angelo Scola, che ha nuovamente ribadito la sua idea: «È fondamentale che chi domanda la possibilità di un luogo di culto documenti e testimoni quest'effettivo e realistico bisogno».
PISAPIA:«LE ISTITUZIONI DEVONO GARANTIRE QUESTI SPAZI». Sulla stessa lunghezza d'onda il sindaco di Milano Giuliano Pisapia: «Credo sia un diritto di tutte le religioni chiedere di avere degli spazi per professare liberamente il proprio credo. E che sia un dovere per le istituzioni dare questi spazi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

Le TOP 5 di oggi
1. A MUSO DURO Millegiorni, Renzi: «Ultima chance per l'Italia» 2. ELEZIONE Consulta, nuova fumata nera 3. TRAGEDIA Milano, due giovani precipitano da un palazzo 4. ANTI-RIGORE Valls si ribella a Ue e Berlino: «La Francia decide da sola» 5. MINACCIA Al Qaeda-Isis, alleanza anti Occidente
Dalla nostra HomePage
L43 Twitter
prev
next