Apri/chiudi Tab
Le top 10 news di oggi chiudi
Le inchieste di Lettera43 chiudi
Le grandi interviste di Lettera43 chiudi
L43 - Local L’informazione dalla tua città Invia
TUTTO ITALIA EUROPA AFRICA ASIA NORD-AMERICA SUD-AMERICA OCEANIA Login | Registrati |  Giovedì, 17 Aprile 2014- 09.07

Cronaca 

Onu, Netanyahu loda i 9 Paesi «con la verità»

Israele si schiera con gli Stati che hanno detto no alla Palestina.

LA DICHIARAZIONE

«Nove Paesi si sono schierati ieri dalla parte della verità e della pace. La storia li vedrà sotto una luce positiva, devono essere lodati», questo il 30 novembre il commento del premier israeliano Benyamin Netanyahu al voto sulla Palestina all'Onu, conclusosi con 138 sì, 41 astensioni e 9 pareri contrari, fra cui quello di Israele. Netanyahu ha di nuovo biasimato il discorso «velenoso» del presidente dell'Anp Abu Mazen: «Un uomo di pace - ha detto - non parla così».
«CANCELLATI 4 MILA ANNI DI STORIA DEL POPOLO EBRAICO». «Da Abu Mazen non usciranno intese di pace», ha lamentato da parte sua il viceministro degli esteri Dany Ayalon (del partito Israel Beitenu), secondo cui ieri il presidente dell'Anp «ha cancellato 4 mila anni di storia del popolo ebraico, rappresentandoci come conquistatori» e si è identificato con leader palestinesi «contrari a compromessi».
In merito ha menzionato il Mufti di Gerusalemme del secolo scorso Haj Amin al-Husseini ed il presidente Yasser Arafat. In un'intervista radio, Ayalon ha sostenuto che la sconfitta diplomatica di Israele non è stata così netta come appariva in un primo momento e che anzi «proprio i palestinesi non hanno tratto guadagno dal voto della scorsa notte».
«Quando il fumo virtuale si diraderà», ha previsto, «scopriranno di avere ora di fronte un Israele più rigido e più pedante» nella attuazione degli accordi passati.

Venerdì, 30 Novembre 2012


Commenti (1)

wavettore 30/nov/2012 | 08:37

TV media e giornali non ti diranno mai che fu una ditta Israeliana a piazzare gli esplosivi che fecero cadere i 3 grattacieli a NY l’11 Settembre. ICTS e’ stata la sola compagnia addetta alla sicurezza per le torri gemelle e per il grattacielo 7 caduto con esse (molta gente e’ ancora all’oscuro della caduta di questo grattacielo che non fu’ colpito da alcun areo o altro). ICTS e’ stata anche la compagnia di sicurezza per tutti gli aereoporti che erano addetti alla sicurezza per la partenza degli aerei dirottati l’11 Settembre. Il personale della ditta ICTS era l’unico ad avere accesso di notte dentro quegli edifici ed a potere permettere ad agenti Israeliani di istallare esplosivi in maniera inconspicua prima dell’11 Settembre. Agenti Israeliani furono infatti arrestati l’11 Settembre nelle vicinanze mentre trasportavano un grande carico di esplosivi in un camioncino bianco (Chevrolet 2000) ma questi furono successivamente rilasciati dall’amministrazione Bush. Non per coincidenza, nello stesso giorno dell’11 Settembre ed a quella stessa ora era in corso una operazione CIA chiamata Able Danger. Questa esercitazione militare avrebbe dovuto mimare un attacco compiuto da aerei che si schiantavano contro edifici. Chiaramente adesso un pensiero e’ rivolto a George W. Bush, figlio del ex capo CIA George H. Bush, che mantiene ancora le redini di quell’agenzia. Ma tutto questo non e’ mai stato riportato dai media, in mano ai Sionisti.
Il futuro dipende da come intendiamo l’11 Settembre.
Quando la massa avra’ finalmente saputo come e’ avvenuto l’11 Settembre servira' allora un certo cambiamento da parte di tutte le popolazioni per andare avanti e coesistere con gli sviluppi di quella nuova realta' acquisita.

Esiste una sola Soluzione.

http://www.wavevolution.org/it/index.html

Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

L’informazione dalla tua città
Invia