Riccardo Garrone, morto un mito della commedia italiana

In oltre 50 anni di carriera, ha lavorato con registi del calibro di Fellini, Monicelli, Risi, Zampa e Scola. Interpretava San Pietro nello spot della Lavazza.

14 Marzo 2016

Impossibile non ricordare il suo volto, che in una carriera lunga più di 50 anni inizia nella storia della commedia italiana e arriva fino alle serie tv. È morto in ospedale a Milano l'attore Riccardo Garrone, 90 anni da compiere l'1 novembre. Dopo l'accademia drammatica e l'esordio con Mario Mattoli (Adamo ed Eva) ha lavorato con tutti i grandi nomi da Federico Fellini (La Dolce Vita) a Mario Monicelli, Dino Risi, Luigi Zampa, Ettore Scola, Damiano Damiani. Popolare anche in tv dove partecipò alla prima edizione di un Medico in Famiglia. Ultimamente, il suo volto è rimasto nell'immaginario del grande pubblico come quello di San Pietro nello spot della Lavazza.
Attivo anche nel doppiaggio, Garrone ha prestato la voce a numerosi personaggi di telefilm americani e, nel 2010, all'orsacchiotto del film Toy Story 3.
 

 

  • Garrone nello spot della Lavazza.

 

Durante l'arco della sua lunga carriera, Garrone ha attraversato diversi generi e diversi stili sullo schermo cinematografico e televisivo. Se a rimanere nella memoria sono stati soprattutto i ruoli leggeri, non vanno dimenticati anche quelli più impegnati, tra i quali il più ricordato è forse La ragazza con la valigia, a fianco di Claudia Cardinale. Tra le battute nei moltissimi ruoli ironici e comici, una delle più note resta quella nel Vacanze di Natale del 1983, di Carlo Vanzina, con cui riassumeva uno storico luogo comune italiano sulla festività del Natale.

 

  • Riccardo Garrone in Vacanze di Natale '83.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

Dalla nostra HomePage
Obama fa un assist alla Merkel e salva Deutsche Bank

La Fed riduce a un terzo la multa di 14 miliardi comminata all'istituto tedesco. Tanto basta per allontanare lo spettro di una nuova Lehman. Almeno per ora.

prev
next