Robin Williams morto, l'attore aveva problemi economici

La star di Hollywood ha creato un fondo per tutelare i figli.

12 Agosto 2014

Robin Williams.

Robin Williams.

La depressione, l'alcol, la droga. Robin Williams potrebbe essere stato ucciso da tutto questo, ma non solo. Secondo quanto rivelato da un amico di famiglia al New York post, l'attore aveva problemi economici e nel corso delle ultime conversazioni telefoniche appariva distante.
«PARLAVA SOLO DI SOLDI». «Tutto quello di cui poteva parlare erano problemi di soldi. ma c'era chiaramente dell'altro», ha affermato l'amico.
Williams aveva parlato pubblicamente dei suoi problemi finanziari nel 2013, puntando il dito contro il divorzio. «Il divorzio è costoso, ti svuota il cuore attraverso il portafoglio», aveva detto Williams, che nella stessa intervista si era soffermato sul suo abbandono della droga 30 anni fa.
NELLO SCONFORTO DOPO IL FLOP DI THE CRAZY ONES. Uno dei colpi che avrebbero accentuato la sua depressione sarebbe stata la cancellazione dello show televisivo The crazy ones su Cbs. «Robin è scivolato in una profonda depressione. Si sentiva imbarazzato e umiliato», ha aggiunto l'amico. «Aveva 60 anni ed era stato costretto ad accettare un ruolo in televisione per soldi».
Secondo indiscrezioni, Williams avrebbe creato un fondo per i figli per tutelarli in qualsiasi evenienza. Un fondo con paletti: i tre ragazzi possono accedere a un terzo della somma che gli spetta al compimento dei 21 anni, a 25 anni possono accedere alla metà della cifra restante e solo a 30 possono mettere le mani su tutto.
INGENTI SOMME ANCHE PER LA MOGLIE. Creato nel 2009, il fondo non è legato alla morte dell'attore. Non è chiaro quanto ci sia nel fondo, ma secondo rumor Williams avrebbe avuto ingenti somme al di fuori di questo, di cui una buona fetta dovrebbe andare all'attuale moglie.
Nel 2012 la fortuna di Williams era stimata in 130 milioni di dollari, ma in un'intervista nel 2013 Williams aveva dichiarato di essere sull'orlo della bancarotta a causa dei due costosi divorzi, tanto da essere costretto a vendere una proprietà da 35 milioni di dollari per tornare alla liquidità.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

Dalla nostra HomePage
Merkel, gli attacchi mandano in crisi l'accoglienza

Gli attentatori di Würzburg e Monaco avevano origini straniere. Così i populisti attaccano la cancelliera. Che ora può rivedere la gestione dell'immigrazione.

prev
next