Roma, individuato italiano con un'arma giocattolo

Semina il panico con un fucile giocattolo a Termini. Un regalo per il figlio. Denunciato.

25 Gennaio 2016

L'uomo individuato con un fucile giocattolo ad Anagni ripreso dalle telecamere di sicurezza

(© Ansa) L'uomo individuato con un fucile giocattolo ad Anagni ripreso dalle telecamere di sicurezza

Un'ora di ansia e preoccupazione.
Tanto è durata l'allerta a Roma dopo la segnalazione di un uomo armato alla stazione Termini.
INDIVIDUATO AD ANAGNI. Panico cessato con l'individuazione di una persona con un fucile giocattolo ad Anagni, in provincia di Frosinone.
Si tratta di un pizzaiolo di 44 anni, residente a Roma, separato, che ogni settimana si reca ad Anagni per incontrare il figlio al quale voleva regalare la finta arma.
L'uomo, denunciato per procurato allarme e interrogato dai carabinieri, è stato rintracciato a casa dei genitori dove si era recato per portare il giocattolo al figlio. L'abitazione dei genitori del 44enne si trova nei pressi dello stabilimento della Marangoni, vicino ad Anagni, dove alcuni testimoni avevano visto scendere dal treno l'uomo con la finta arma.
SCESO DALLA METRO B. L'allarme era stato diramato dopo la segnalazione di una persona scesa dalla metro B alla fermata di Roma Termini.
Giacca celeste, pantaloni scuri e un cappellino bianco e azzurro, il soggetto sembrava imbracciare un fucile, come certificato anche dalle riprese delle telecamere di sicurezza.
Sul posto erano intervenute all'istante  le forze dell'ordine, facendo evacuare l'intera stazione con tutti i passeggeri portati all'esterno.
Allo stesso tempo, Trenitalia aveva disposto l'allontanamento di tutti i viaggiatori dalla zona binari, prima di ripristinare la circolazione dopo diversi minuti d'interruzione.
Momenti di panico tra i passeggeri, molti dei quali scappati verso piazza dei Cinquecento.
FERMATO E LASCIATIO ANDARE. La Polfer aveva immediatamente controllato alcune persone, ma nessuna corrispondeva alla segnalazione degli utenti della metro che avevavo fatto scattare l'evacuazione. Il fermo alla stazione di Anagni, attorno alle 19.42, ha rasserenato gli animi e la circolazione ferroviaria è ripresa normalmente. Qualche istante più tardi, la conferma che al fermo aveva fatto seguito un immediato rilascio. Al momento, i carabinieri lo stanno ancora cercando.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

Dalla nostra HomePage
Vanella-Grassi, il clan dietro il totonero di Napoli

Agenzie comprate. Scommesse illegali su partite impossibili. E guadagni sicuri. Così i Vanella-Grassi, banda di rione, sono diventati impero. Tra droga e omicidi.

prev
next