LUTTO

Si è spenta Alida Chelli, amore di Walter Chiari

Attrice e cantante era malata di cancro.

15 Dicembre 2012

Le cronache ricordano di lei l'amore appassionato e tempestoso con Walter Chiari.
Un matrimonio tra divi durato solo una manciata di anni dal 1969 al 1972, dal quale nacque il figlio Simone, anche lui personaggio affermato della tv.
Ma la bellissima Alida Chelli, morta di cancro a neanche settant'anni la sera del 14 dicembre in un ospedale romano, è stata prima di tutto una grande protagonista della rivista e del musical. (Guarda la gallery).
DOTI MUSICALI. «La più grande di tutte», come ha ricordato un altro suo ex, Pippo Baudo, nel ruolo di Rosetta nel Rugantino di Garinei e Giovannini che interpretò nel 1978 accanto a Montesano.
La musica era d'altra parte un po' nel suo dna. Figlia d'arte, il padre Carlo Rustichelli era un direttore d'orchestra e compositore affermato di colonne sonore, Alida, nata a Carpi nel 1943, aveva conosciuto il successo nel 1959 con un film di Pietro Germi Un maledetto imbroglio, nel quale cantava un brano scritto dal padre.
DONNA IRONICA E BRILLANTE. «Era bravissima e fu un successo enorme», ha detto Baudo. Lui, che l'amò dopo Walter Chiari e dopo il conte Agusta (con il quale la Chelli si era risposata dopo il fallimento della sua prima unione) e che condivise con lei una lunga stagione di vita la racconta come «una donna brillante, spiritosa e ironica». Un'artista completa, capace di convincere sui palcoscenici del teatro come davanti alla macchina da presa del cinema e della tv, attrice, ballerina e cantante, frenata però forse da un problema di autostima, che le impediva di credere fino in fondo alle sue grandi capacità.
IN MUSICAL ACCANTO A MONTESANO. Nel musical sono state tante le interpretazioni di spessore di Alida Chelli, accanto a Montesano, poi a Modugno nel Cyrano (1979) e a Johnny Dorelli nel musicarello Quando ti amò e in Aggiungi un posto a tavola.
Numerose anche le apparizioni nel varietà in tv. Già negli Anni 90 il ritiro dalle scene, dopo qualche ultima incursione in tv, che l'ha vista protagonista con Gianfranco D'Angelo della sitcom di Canale5 'Casa dolce casa'.
MORTE COME LIBERAZIONE. Gli ultimi anni, complice la malattia con il suo carico di sofferenze, sono stati difficili.
«Ha sofferto tantissimo, non si piaceva più, noi ci sentivamo solo per telefono perché non si voleva far vedere, forse la morte è stata una liberazione», ha raccontato commosso Baudo.
Vicino a lei, fino all'ultimo, il figlio Simone Annicchiarico. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Alida Chelli insieme al marito Walter Chiari.

6 foto
FOTO

Premiati insieme

mario221 15/dic/2012 | 18:32

un buon ricordo alle persone buone, quando se vanno ti accorgi che ti viene a mancare qualcosa
le mie condoglianze alla famiglia.

raffa53 15/dic/2012 | 17:24

un caro ricordo
Ricordo Alida Chelli oltre che per la sua storia d'amore con Walter Chiari nelle sue belle piacevoli rappresentazioni teatrali che negli anni settanta e primi anni ottanta la televisione mandava in onda.Piacevoli serate che ci facevano sognare come:" aggiungi un posto a Tavola" con Dorelli.e le rappresentazioni con Montesano
.Io e la mia famiglia la ricordiamo attraverso lo schermo con grande affetto e porgiamo alla famiglia le nostre Condoglianze.

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

Le TOP 5 di oggi
1. SPARATA Immigrazione, Grillo: «Clandestini da rispedire a casa» 2. AL NAZARENO Pd, Renzi in Direzione sulla forma partito 3. CONFLITTO Isis, la Turchia concede il passaggio ai peshmerga dell'Iraq 4. INCHIESTA Fondi Piemonte, imputazione coatta per due membri della giunta 5. DECISIONE Omicidio Yara, Bossetti resta in carcere
Dalla nostra HomePage
L43 Twitter
prev
next