Usa, la tempesta di neve mette in ginocchio la costa Est

Diciotto le vittime degli incidenti stradali causati da Jonas: 7 mila finora i voli cancellati. Traffico bloccato a New York. Foto.

23 Gennaio 2016

East Coast nella bufera.
Sono 18 finora le vittime della tempesta di neve che ha travolto la parte orientale degli Stati Uniti, mettendo in ginocchio anche la capitale Washington e New York, dove il governatore dello Stato Andrew Cuomo ha emanato un'ordinanza che vieta in tutta la città la circolazione dei mezzi pubblici e delle auto private e sospende il servizio ferroviario locale e parte del servizio della metropolitana, in particolare le linee che hanno dei tratti scoperti.
STATO D'EMERGENZA PER SEI STATI. L'emergenza meteo riguarda 85 milioni di americani distribuiti su 22 Stati, 11 dei quali hanno dichiarato lo stato di emergenza.
Quasi 7 mila i voli cancellati nelle principali città, che hanno registrato anche parecchi disagi sulle strade.
DISAGI NEGLI AEROPORTI. Sei le vittime nel solo North Carolina a causa di incidenti provocati dal ghiaccio.
Su Washington continua a cadere la neve, che ha già raggiunto i 22 centimetri provocando disagi ai tre aeroporti con scarse condizioni di visibilità. Situazione critica anche a Boston e Philadelphia. In Kentucky file di oltre 50 chilometri in autostrada, con migliaia di automobili rimaste bloccate per ore.
DECINE DI FAMIGLIE AL BUIO. Decine di migliaia le famiglie rimaste senza corrente elettrica: almeno 150 mila in Nord Carolina e 40 mila in New Jersey. In quest'ultimo Stato - dov'è ancora viva la ferita dell'uragano Sandy - è scattata anche l'emergenza per le inondazioni che si stanno verificando lungo la costa.
DANNI PER UN MILIARDO. Le prime stime quantificano la conta dei danni in una somma vicina al miliardo di dollari, mentre continua l'assalto ai supermercati per le scorte. Le condizioni meteo, hanno spiegato gli esperti, sono attese in ulteriore peggioramento nelle prossime ore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

Dalla nostra HomePage
Rouen, Augé: «Vi spiego la trappola simbolica dell'Isis»

Primo attacco a una chiesa. Dopo Charlie, Parigi e Nizza è una svolta simbolica. Augé: «I terroristi non riconoscono l'Europa laica, così ci fanno tornare indietro».

Mediaset, ora Berlusconi teme la scalata di Bolloré

Rottura tra il Biscione e Vivendi. Il Cavaliere sospetta una manovra dei francesi. Che sfrutterebbero la debolezza del titolo. Fermandosi prima della soglia Opa.

Napoli, il 'traditore' Higuain e quel coro ormai da ripudiare

Il Pipita va alla Juve. Napoli cancella il ritornello trash da stadio. Che il bomber cantava sotto la curva. Tornerà Ohi vita ohi vita mia? Storia di una disillusione.

Rouen, moschea salafita accanto alla chiesa

Il terrorista che ha sgozzato padre Hamel si sarebbe radicalizzato in rue Guynemer. La stessa via della parrocchia presa d'assalto. Le prime indagini a Saint-Etienne-du-Rouvray dopo la strage al Bataclan.

prev
next