L'INDAGINE

Veneto, 4 mila finti poveri

Avevano l'esenzione dal ticket sanitario.

12 Ottobre 2012

La guardia di finanza ha scoperto in Veneto oltre 4 mila finti poveri che usufruivano indebitamente esenzioni del ticket sanitario.
Secondo quanto emerso dalle indagini, queste persone hanno usufruito di 8.377 richieste di esenzione dalla partecipazione alla spesa sanitaria in tutte le province della regione.
L'inchiesta è proseguita dopo il caso emerso a luglio, quando vennero alla luce i primi 2.300 'furbetti'.
CONTROLLI SUI DISOCCUPATI. Il Comando regionale delle Fiamme Gialle ha iniziato un monitoraggio tutte le prestazioni sanitarie rese in esenzione dalla partecipazione alla spesa sanitaria nei confronti di cittadini disoccupati e dei loro familiari a carico.
L'operazione è stata resa possibile grazie alla 'piattaforma di analisi investigativa' del Comando della Finanza, che ha sottoposto a uno screening gli assistiti del servizio sanitario in 11 Ulss (la metà del totale) distribuite nel Veneto.
IRREGOLARE IL 6,31%. Il lavoro, teso a verificare le regolarità e la liceità delle autocertificazioni di esenzione dal ticket prodotte dagli utenti nel biennio 2009-2010, ha coinvolto complessivamente un bacino di circa 2 milioni e 200 mila assistiti che in 132.749 occasioni si sono dichiarati esenti per disoccupazione e reddito.
Di queste, 8.377 richieste (il 6,31% del totale) sono risultate provenire da 4.718 finti poveri, che godevano di un reddito annuo ben al di sopra delle soglie di legge previste per poter godere del beneficio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

bracciodiferro 13/ott/2012 | 12:10

basta ladri evasori
sino ad ogggi lo stato è stato connivente con gli evasori poiché lo è anche lui,basta guardare lòa realtà di politici corrotti e arricchiti alle spalòle della gente,chi li ovta sono ricchi ed evasori.BASTA!!! Monti però sta facendo un lavoro sugli evasori,ma parallelamente sta affamando la povera gente proteggendo la casta dei ricchi e degli speculatori finanziari. un segnale concreto sarebbe arrivato se avessero tassato chi aveva portato i soldi all'estero con un bel 30%,altro che 1,5%!!! inoltre una buona patrimoniale avrebbe dato una bella scossa nel recuperare soldi per ridurre il debito pubblico. Spero che chi andrà al gopverno modifichi la riforma della FORNERO,non è possibile far lavorare la gente fino alla morte,mantenendo i giovani disoccupati. Più che governo tecnico lo definirei governo ridicolo,poiché alzare sempre le tasse ai soliti poveri cristi o le decine di accise sui carburanti, lo avrebbe potuto fare anche il più scarso dei ragionieri che c'è in Italia. GOVERNO BOCCIATO ANCHE DALLA NS CORTE DEI CONTI E LOTTA ALL'EVASIONE VERA,MANDANDO IN GALERA GLI EVASORI

igiulp 12/ott/2012 | 14:56

Basta autocertificare.
Con le autocertificazioni si corrono grossi rischi. Questi sono i risultati che si ottengono per superare il problema di una burocrazia inefficiente e poi diciamocelo dovuti anche a gente disonesta che purtroppo esiste.

marmolex 12/ott/2012 | 13:01

schifo
e soprattutto che gli pignorino beni fino al raggiungimento della cifra che hanno truffato alla società!

Martello 12/ott/2012 | 12:46

Indovinate
per chi hanno votato e chi continueranno a votare questi poveri ricchi?
Perche, se si scopre che hanno dichiarato il falso nell'autocertificazione, non vengono messi in galera non per falsa dichiarazione ma per furto nei confronti dello stato e della comunità?

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

Le TOP 5 di oggi
1. RIFORME Responsabilità civile dei giudici, maggioranza spaccata 2. DOPO L'ALLUVIONE Alluvione Genova, tensione al corteo contro Regione e Comune 3. GIUSTIZIA Pistorius condannato a cinque anni per omicidio colposo 4. NOVITÀ Pensioni, il pagamento slitta al 10 del mese 5. CRONACA Mosca, morto il ceo di Total de Margerie
Dalla nostra HomePage
L43 Twitter
prev
next