Gesù secondo l'islam, le cose da sapere

Per il Corano, Gesù è profeta di Dio. Nato dalla Vergine, sconfiggerà l'Anticristo. Tutti i musulmani credono nella sua figura. E alcuni 'celebrano' anche il Natale.

25 Dicembre 2015

Il Natale, che celebra la nascita di Gesù, è una delle più grandi festività cristiane.
Ma in realtà quella di Gesù è una figura importante anche per l'islam.
UN PROFETA CHE HA COMPIUTO MIRACOLI. I musulmani credono infatti che sia un profeta di Dio (ma non suo figlio o la sua reincarnazione), sia nato dalla Vergine Maria e nel giorno del giudizio tornerà sulla Terra per restaurare la giustizia e per sconfiggere l'Anticristo.
Non solo. Per l'islam Gesù è ha compiuto una lunga serie di miracoli: ha donato la vista ai ciechi, guarito i lebbrosi e resuscitato i morti.
La sua nascita è un momento importante anche per alcuni musulmani che celebrano questa ricorrenza, seppur in modo non ufficiale, attraverso letture del Corano, riunioni familiari, elemosina e canti religiosi.
COINCIDENZA CON LA NASCITA DI MAOMETTO. Quest'anno inoltre il Natale cristiano si svolge quasi insieme al Mawlid al-Nabi in cui si celebra la nascita di Maometto: una coincidenza tra il calendario lunare islamico e quello gregoriano, più lento, che non si verificava da 457 anni.
I musulmani non credono però che Gesù fu crocifisso: Dio lo salvò e lo portò a sè, mentre le fattezze di Cristo furono date a un altro uomo. I nemici di Gesù presero quest'uomo e lo crocifissero, pensando che fosse il figlio di Maria.
GESÙ E MARIA NOMINATI NEL CORANO. Gesù, Maria e l'arcangelo Gabriele compaiono tutti nel Corano, così come Adamo, Noè, Abramo, Mosè e altri personaggi della Bibbia.
La menzione di Gesù viene sempre accompagnata dall'eulogia «Su di lui la pace», simile a quella impiegata per il profeta Maometto: «Dio lo benedica e gli dia pace».
A Maria (in arabo Maryam) è dedicato un intero capitolo del Corano, l'unico in cui viene nominata una figura femminile.
E anche per l'islam Maria era vergine quando diede alla luce Gesù. L'islam rispetta tutti i profeti, compreso Gesù, e secondo il Corano chi non crede anche in lui non è musulmano.
GLI AUGURI DELLA FEDERAZIONE ISLAMICA. In vista del Natale, la Federazione islamica del Veneto ha comprato una pagina della Nuova Venezia e del Corriere del Veneto per fare gli auguri «a tutti gli uomini di buona volontà e specialmente ai fratelli cristiani. Pregando Iddio affinché regni la pace e la misericordia in ogni parte del mondo».
Un messaggio importante di integrazione e dialogo, al termine di un anno segnato dagli attentati dell'Isis a Parigi e, più in generale, da crescenti tensioni a sfondo religioso.


                  

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Canoi 26/dic/2015 | 12 :09

Si sapeva ma L43 ha fatto bene a scriverlo. Le tre grandi religioni monoteiste in realtà sono una sola quella nata con le Tavole di Mosè. Per l'ateo la lettura storica che fanno i mussulmani è più corretta e vicina alla realtà dei fatti e alle credenze. I cristiani e più ancora i cattolici hanno costruito una fiaba religiosa. S'intende che ognuno è libero di credere ma non può imporre agli altri la propria fiaba.

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

Dalla nostra HomePage
Vanella-Grassi, il clan dietro il totonero di Napoli

Agenzie comprate. Scommesse illegali su partite impossibili. E guadagni sicuri. Così i Vanella-Grassi, banda di rione, sono diventati impero. Tra droga e omicidi.

prev
next