Gianmaria Testa, morto il cantautore dei migranti

Aveva 57 anni ed è stato ucciso da un cancro. Famoso per la sua attenzione agli ultimi, era amato in tutta Europa.

30 Marzo 2016

Lutto nel mondo della musica: è morto il cantautore piemontese Gianmaria Testa. Aveva 57 anni. Era stato lui stesso lo ad annunciare nel 2015 di essere affetto da un tumore non operabile.
La notizia è apparsa anche sulla sua pagina Facebook con queste parole: «Gianmaria se n'è andato senza fare rumore. Restano le sue canzoni, le sue parole. Resta il suo essere stato uomo dritto, padre, figlio, marito, fratello, amico».
IL CORDOGLIO DEI FAN. Tantissimi i fan che stanno esprimendo il loro cordoglio ricordando la sua attenzione per gli ultimi dai migranti ai poveri.

 

 

Gianmaria se n'è andato senza fare rumore. Restano le sue canzoni, le sue parole. Resta il suo essere stato uomo dritto, padre, figlio, marito, fratello, amico.

Pubblicato da Gianmaria Testa su Mercoledì 30 marzo 2016

 

CON LUI LA MOGLIE PAOLA E IL COGNATO OSCAR FARINETTI. Testa è morto la mattina del 30 marzo nel centro di riabilitazione Ferrero di Alba (Cuneo), dove era ricoverato da alcuni giorni. Accanto a lui la moglie Paola e il cognato Oscar Farinetti, patron di Eataly, che al momento non hanno voluto rilasciare alcuna dichiarazione.
Nato a Cavallermaggiore, dove aveva iniziato il mestiere di ferroviere, aveva 57 anni. Si era avvicinato alla musica da autodidatta, scegliendo come strumento la chitarra e iniziando da strumentista rock.

  • Gianmaria Testa - Lasciami andare.

IL SUCCESSO ARRIVATO PRIMA IN FRANCIA. Nel 1993 inviò la sua prima cassetta registrata al Festival di Recanati e vinse subito il primo premio. Ma per incidere il primo disco è dovuto andare in Francia. Nel 1995, pubblicato da Label bleu, uscì Montgolfières. La stampa italiana si accorse di lui pochi mesi dopo, grazie un concerto all'Olympia.
OTTO ALBUM E 3 MILA CONCERTI. Era l'inizio di una carriera brillante che avrebbe visto nascere altri sette album: Extra-Muros (1996), Lampo (1999), Il valzer di un giorno (che nel 2000 lo consacrò definitivamente in patria), Altre Latitudini (2003), Da questa parte del mare (2006), il live SOLO - dal vivo (2009), Vitamia (2011) e l'ultimo live, Men at work (2013). E che l'avrebbe portato in tour per più di 3 mila concerti in Francia, Italia, Germania, Austria, Belgio, Canada, Stati Uniti, Portogallo.

  • Gianmaria Testa - Il valzer di un giorno.

Moltissime anche le collaborazioni con altri musicisti (da Enzo Pietropaoli a Paolo Fresu) e con attori o scrittori (da Erri De Luca a Marco Paolini, passando per Paolo Rossi). 
È stato autore di vari libri anche per i bambini (come Ninna Nanna dei sogni e 20 mila Leghe (in fondo al mare) con Gallucci editore). Il 19 aprile con Einaudi esce il suo volume Da questa parte del mare con la prefazione di Erri De Luca.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

Dalla nostra HomePage
prev
next