L43 Guide
Cultura

Come aprire un pet shop

Pubblicato il 20 novembre 2013

2

Se siete grandi amanti degli animali e il vostro sogno è aprire un negozio a loro dedicato, è importante seguire scrupolosamente una procedura individuando anzitutto il settore nel quale volete operare ed i servizi che vorrete prestare. Un pet shop può infatti occuparsi di vendita di alimenti e accessori per gli animali, oppure di vendita di fitofarmaci e antiparassitari o dedicarsi alla vendita vera e propria di animali.

Vendita alimenti e accessori: la regolamentazione per gli accessori è simile a quella di una normale attività commerciale. Per gli alimenti invece il titolare deve rispettare quanto disposto nella nota del Ministero delle Attività prodittive del 30/9/2002, che impone al rivenditore di essere in possesso dei requisiti professionali, previa frequentazione di appositi corsi o esperienza lavorativa di almeno due anni nel settore.

Vendita di animali vivi: è necessaria la richiesta di autorizzazione sanitaria ai servizi veterinari della Asl competente. Occorre una planimetria accompagnata dall’elenco degli animali tenuti all’interno del locale, oltre al pagamento di una tassa per il servizio, variabile in base alla metratura del locale.  Il tutto va presentato allo sportello attività produttive del comune che a loro volta inoltreranno la richiesta ai servizi veterinari dell’Asl

Vendita Fitofarmaci e Antiparassitari: è un complemento delle altre due attività e necessita di due autorizzazioni, una per la vendita dei prodotti e l’altra per attestare l’idoneità dei locali che verranno utilizzati per il deposito di questi prodotti. La licena rilasciata è a scadenza e va rinnovata regolarmente.

Categorie