Harper Lee morta a 89 anni

La scrittrice aveva vinto il Pulitzer nel 1961 con Il buio oltre la siepe. Nel 2015 aveva pubblicato il suo secondo romanzo.

19 Febbraio 2016

Harper Lee in una foto del 2007.

(© Ansa) Harper Lee in una foto del 2007.

Le è bastato un romanzo per imprimere il suo nome indelebilmente nella storia della letteratura americana. Nelle Harper Lee è morta il 19 febbraio 2016, all'età di 89 anni, a Monroeville, dove era nata, lasciando in eredità al mondo il suo capolavoro, Il buio oltre la siepe, e poco dopo aver dato alle stampe il suo secondo e ultimo libro Va', metti una sentinella, scritto addirittura prima del romanzo d'esordio.
AMICA DI CAPOTE. Premiata col Pulitzer nel 1961, Harper Lee era cresciuta in un contesto familiare difficile nella stessa città dell'Alabama in cui ha vissuto la sua infanzia Truman Capote, con cui fin da giovanissima strinse una profonda amicizia destinata a durare nel tempo.
Ultima di quattro figli, viveva con la madre malata (sarebbe morta nel 1951) Frances Cunningham Finch Lee e il padre avvocato Amasa Coleman Lee, e i genitori avrebbero avuto una forte influenza nel plasmare Atticus Finch, il personaggio de Il buio oltre la siepe, che porta il cognome della madre e svolge la stessa professione del padre.
A NEW YORK DAL 1949. Nel 1949. A 23 anni, si trasferì a New York, dove lavorò come agente di viaggio. Qui ritrovò l'amico Truman Capote, nel frattempo diventato scrittore di successo, e conobbe il compositore e paroliere di Broadway Michael Martin Brown e con sua moglie Joy, che nel 1956 le regalarono la possibilità di mantenersi senza dover lavorare per un anno in modo da poter scrivere il suo primo romanzo.
La prima bozza, però, fu rispedita indietro dall'editore J.B. Lippincott & Co., che le chiese di modificarla trasformando la protagonista Scoutt in una bambina. Va', metti una sentinella finì dunque nel cassetto, per essere sostituito da Il buio oltre la siepe. Sarebbe stato poi pubblicato nel 2015, mostrando l'altro volto di Atticus Finch, trasformato da anti-razzista in sostenitore del Ku Klux Klan. Nel 1962 Il buio oltre la siepe divenne un film capace di conquistare tre Oscar, diretto da Robert Mulligan e interpretato da Gregory Peck.
COLLABORÒ AD A SANGUE FREDDO. Pur non scrivendo più, Harper Lee fu fondamentale nella composizione di un altro capolavoro. Lavorò infatti con Truman Capote al caso dell'omicidio dei quattro membri della famiglia Clutter da parte di Perry Smith e Richard Hichcock, aiutandolo a costruire un reportage per il New Yorker che nel 1966 divenne il romanzo verità A sangue freddo.
Nel gennaio del 1966 divenne membro del Consiglio nazionale delle arti accettando la nomina del presidente Lyndon B.Johnson.
Si ritirò a vita privata negli Anni 80, per tornare a Monroeville a seguire la malattia della sorella Alice. Nel 2007 ricevette dal presidente George W. Bush la Medaglia presidenziale della libertà. Nello stesso anno fu colpita da ictus. Ha passato gli ultimi anni della sua vita in una casa di riposo non lontana dall'abitazione in cui era cresciuta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

Dalla nostra HomePage
prev
next