Banca profilo, i risultati preliminari del 2015

Utile netto a 5,8 milioni di euro. Raccolta totale della clientela a 5.353 milioni. Ricavi netti consolidati a 60 milioni (+6,5% rispetto al 2014).

10 Febbraio 2016

Crescono i profitti di Banca Profilo e delle sue controllate nel 2015. Dai risultati preliminari emerge che l'utile netto consolidato ha raggiunto i 5,8 milioni di euro, in crescita di 2,3 milioni di euro (+66,4%) rispetto ai 3,5 milioni di euro del 31 dicembre 2014. 
RACCOLTA TOTALE A 5.353 MILIONI. Al 31 dicembre 2015 la raccolta totale della clientela – inclusa la raccolta fiduciaria netta - di Banca Profilo e delle sue controllate si attesta a 5.353 milioni di euro, in crescita di 748 milioni di euro rispetto ai 4.605 del 31 dicembre 2014 (+16,2%).
RACCOLTA INDIRETTA A 643 MILIONI. La raccolta indiretta sale di 643 milioni di euro (+21,9%), passando dai 2.939 milioni di euro del 31 dicembre 2014 ai 3.581 milioni di euro del 31 dicembre 2015.
In aumento tutte le componenti: il risparmio gestito (+6,3%), il risparmio amministrato (+33,1%) e la raccolta estera (+8,3%). La raccolta diretta cala di 31 milioni di euro (-4,2%) passando dai 728 milioni di euro del 31 dicembre 2014 ai 697 milioni di euro del 31 dicembre 2015.
RICAVI NETTI IN AUMENTO DI 3,7 MILIONI. Il totale dei ricavi netti consolidati è pari a 60 milioni di euro, in aumento di 3,7 milioni di euro rispetto 31 dicembre del 2014 (+6,5%).
Il margine di interesse, pari a 15,6 milioni di euro, aumenta di 2,2 milioni di euro (+16,5%), principalmente in relazione alla riduzione del costo della raccolta. 
COSTI OPERATIVI IN CRESCITA DI 3,8 MILIONI. I costi operativi, pari a 49,1 milioni di euro, risultano in crescita di 3,8 milioni di euro rispetto ai 45,4 milioni di euro del 31 dicembre 2014 (+8,4%). Al netto del contributo al Fondo nazionale di risoluzione (2,1 milioni di euro) la crescita si riduce al 3,8%. 
RISULTATO OPERATIVO A 10,9 MILIONI DI EURO. Il risultato della gestione operativa di Banca Profilo e delle sue controllate è pari al 31 dicembre 2015 a 10,9 milioni di euro, in linea rispetto agli 11 milioni di euro del 31 dicembre 2014. Il risultato risente del contributo al Fondo nazionale di risoluzione al netto del quale si sarebbe registrata una crescita del 17,6%.
CET 1 CAPITAL RATIO AL 27,1%. I Fondi propri consolidati di Banca Profilo, che non includono l’utile dell’esercizio 2015, ammontano a 159,7 milioni di euro con un common equity tier 1 Capital Ratio consolidato (ovvero il parametro con  cui si misura la solidità di una banca ndr) pari al 27,1%, livello tra i più elevati in ambito nazionale. 

Risultati individuali preliminari dell’esercizio 2015 

Banca Profilo chiude l’esercizio 2015 con un risultato della gestione operativa pari a 9,9 milioni di euro, in aumento di 0,4 milioni di euro rispetto al 31 dicembre 2014 (+4,5%). Al netto del contributo al Fondo nazionale di risoluzione la crescita è del 26,2%.
RICAVI A 50,6 MILIONI. Banca Profilo segna ricavi netti pari a 50,6 milioni di euro, in aumento di 3,2 milioni di euro rispetto ai 47,3 milioni di euro del 31 dicembre 2014 (+6,8%).
MARGINE DI INTERESSE IN AUMENTO DI 2,6 MILIONI DI EURO. Il margine di interesse, pari a 15,1 milioni di euro­, è aumentato di 2,6 milioni di euro rispetto ai 12,4 milioni di euro del 31 dicembre 2014 (+21,3%). L’incremento è principalmente da ricondursi alla riduzione del costo del funding.
Il risultato netto dell’attività finanziaria e dei dividendi, pari a 12,7 milioni di euro risulta in diminuzione rispetto al 31 dicembre 2014 di 4,2 milioni di euro (-25,0%). La riduzione è da attribuirsi principalmente ai minori realizzi sul comparto obbligazionario del portafoglio di banking book della Banca dovuti ai diversi scenari di mercato dei due esercizi. 
IN AUMENTO I COSTI OPERATIVI. Il totale dei costi operativi, pari a 40,7 milioni di euro aumenta di 2,8 milioni di euro rispetto ai 37,9milioni di euro del 31 dicembre 2014 (+7,4%). Sull’aggregato pesa, all’interno delle altre spese amministrative, il contributo al Fondo nazionale di risoluzione per 2,1 milioni di euro. 
ACCANTONAMENTI A 11 MILIONI. Gli accantonamenti netti a fondi per rischi ed oneri al 31 dicembre 2015 sono pari a 1,1 milioni di euro contro gli 0,7 milioni di euro del 31 dicembre 2014. L’importo è in gran parte riconducibile all’evoluzione di contenziosi pregressi.
A 8,1 MILIONI L'UTILE PRETASSE. In aumento l’utile pretasse che si attesta a 8,1 milioni di euro contro i 6,1 milioni di euro del 31 dicembre 2014 (+32,5%) che al netto di 3,1 milioni di euro di imposte, pari a un tax rate del 38,7%, porta ad un utile d’esercizio pari a 4,9 milioni di euro, in aumento di 2,6 milioni di euro (+107,3%) rispetto al risultato dello scorso esercizio. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati




Dalla nostra HomePage
Csm, una riforma fatta in fretta. Per il referendum?

Revisione del regolamento approvata a marce forzate. Si vuole dare a Renzi un'arma da campagna elettorale? Magistratura indipendente attacca Legnini: «Norme fantasy» e «dibattito poco democratico».

prev
next