Fiat, Ferrari e Cnh: Marchionne possiede azioni per 225 mln di dollari

L'amministratore delegato ha investito gran parte del proprio patrimonio nelle società da lui gestite.

26 Febbraio 2016

La fortuna di Segio Marchionne è legata a doppio filo a quella delle aziende da lui amministrate.
L'ad dalla fama di lavoratore instancabile, a quanto riporta l'agenzia di informazione economica Bloomberg, ha investito gran parte del suo patrimonio personale in azioni di società da lui stesso gestite (Fiat Chrysler, Cnh Industrial e Ferrari). Della prima, sempre secondo Bloomberg, il manager possiede quote per un valore di 94 milioni di dollari, mentre della seconda e della terza detiene azioni per 74 e 57 milioni di dollari.
Un pacchetto di 225 milioni di dollari per il quale vale la pena lavorare duramente. Marchionne ha anche 5,7 milioni di dollari in azioni Philip Morris e 1,4 milioni di dollari in Sgs, per un patrimonio azionario totale di 232 milioni.

 

  • La fortuna di Marchionne (Fonte: Bloomberg).

 

Rispetto ai suoi colleghi del mercato automobilistico, il manager ha puntato tutto sull'azienda da lui diretta. Carlos Ghosn, ad di Nissan Motor e Renault Sa, possiede quote nel settore per un valore di 49 milioni di dollari; Mark Fields, ad della Ford Motor Corporation, ha azioni per 12 milioni nella sua azienda mentre Mary Barra della General Motor ha quote “solo” per 3,2 milioni di dollari.
IL RITIRO NEL 2018. «Nonostante la sua fortuna sia diminuita di circa 50 milioni di dollari quest'anno», riporta Bloomberg, «Marchionne non ha intenzione di ritirarsi fino alla fine del 2018. Questo gli dà tempo di dimostrare che le sue aziende sono state messe sui giusti binari. La sua più grande sfida sarà quella di trasformare gli attuali 5 miliardi di euro di debito industriale netto in un guadagno di almeno 4 miliardi di euro».

 

  • La ricchezza crescente di Marchionne (Fonte: Bloomberg).

 

Il manager detiene attualmente 14,6 milioni di azioni Fiat, il suo asset principale, 1,4 milioni di azioni Ferrari, ottenute con lo scorporo dell'azienda dalla casa madre all'inizio del 2016, e all'inizio di febbraio gli sono state assegnate 750 mila azioni della Cnh Industrial.
Dalla casa di produzione di camion e trattori riceverà un altro milione e mezzo di azione per la fine del 2018.
PATRIMONIO TOTALE DI 270 MILIONI DI DOLLARI. «Nella sua quarantennale carriera», conclude l'analisi di Bloomberg, «Marchionne ha accumulato un patrimonio valutato in circa 270 milioni di dollari, contando anche i 35 guadagnati l'anno scorso come compenso per la fusione tra Fiat e Chrysler». Dovrebbe inoltre ricevere 12 milioni di dollari di buonuscita e gli sono intitolati 4,32 milioni di azioni Fiat Chrysler se l'azienda raggiungerà gli obiettivi prefissati per il 2018.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

Dalla nostra HomePage
Vanella-Grassi, il clan dietro il totonero di Napoli

Agenzie comprate. Scommesse illegali su partite impossibili. E guadagni sicuri. Così i Vanella-Grassi, banda di rione, sono diventati impero. Tra droga e omicidi.

prev
next