RECESSIONE

Il jet privato diventa low cost

Champagne a bordo. Niente check-in. E valigie al sicuro. Con la crisi le compagnie di lusso tagliano le tariffe. Bastano 200 euro per andare da Londra a Cannes.

di

|

15 Agosto 2014

Chi, almeno una volta nella vita, non ha sognato di volare su un jet privato, proprio come se fosse un milionario Adesso, per molti, questo sogno potrebbe diventare realtà.
Complice la crisi economica, alcune compagnie specializzate negli aerei di lusso stanno infatti lanciando sconti e promozioni. Perché piuttosto che tenere gli aeromobili a terra o farli volare senza passeggeri è meglio fare prezzi stracciati.
2 MILA EURO A TESTA. Per esempio, è possibile viaggiare da Londra alla Corsica spendendo poco più di 2 mila euro, a patto di essere sette persone sul jet.
Una cifra su per giù simile - in qualche caso pure inferiore - a quella chiesta dalle compagnie di linea, ma che permette di beneficiare di tutti i comfort di un volo privato.
CHAMPAGNE E SERVIZI. Volare da Milano Linate ad Ajaccio ad agosto con Alitalia, in classe economy costa 736 euro. Solo per l'andata.
A bordo di un jet privato il servizio comprende invece champagne, cena o pranzo da gourmet e hostess dedicate. Tanto per fare citare qualche vantaggio.

Offerte online mentre il jet rientra da un volo

Una delle prime compagnie ad aver avviato questa politica è stata la britannica PrivateFly.
Sul sito sono presenti diverse offerte, con partenza da Londra. Il dato comune è che la prenotazione deve essere rigorosamente effettuata last minute e quando l'aereo è in riposizionamento, cioè quando ancora non è completo e sta rientrando da un viaggio precedente.
NIENTE VOLI SEMI-VUOTI. Con il jet privato si può arrivare un po' ovunque. Londra-Cannes costa circa 200 euro a persona, Londra-Parigi poco più di 150. Ma ci sono anche le lunghe tratte, in questo caso più costose: un volo da Londra a Hong Kong costa circa 3.500 euro a persona (a prezzo pieno si spenderebbe circa il triplo).
Gli affari d'oro si fanno prenotando l'aereo che altrimenti rischierebbe di viaggiare semi vuoto.
RITOCCHI ALLE ROTTE. Un'altra compagnia che offre jet a prezzi competitivi è Air Partner. In questo caso il vettore offre la possibilità di volare sui cosiddetti empty legs cioè gli aerei che, dopo aver lasciato un cliente, tornano alla base vuoti.
Il sito della compagnia elenca le soluzioni possibili e inoltre permette piccoli ritocchi dell'itinerario per renderlo compatibile con le esigenze dei passeggeri. La compagnia ha, infatti, calcolato che circa il 40% di questi voli opera a vuoto. Uno spreco enorme di carburante e di lavoro.
SCONTI FINO AL 75%. Per questo ha deciso di applicare sconti del 75% per chi decide di approfittarne.
Se qualcuno volesse fare una prova, il 17 agosto parte un volo da Salonicco a Luton: costa circa 7 mila euro da dividere in 13. Con poco più di 500 euro ci si può sentire dei veri magnati.

Flessibilità su data e orari per avere il prezzo migliore

Per risparmiare ci sono tre regole da seguire: prenotare con la massima flessibilità (sia per la data sia per la destinazione), approfittare delle disdette all'ultimo secondo di altri clienti (la compagnia Jet Onesky offre proprio questa possibilità) e prenotare con modalità last minute. Solo così è possibile fare un viaggio indimenticabile al prezzo dell'economy.
IN ITALIA C'È AERO TAXI. Anche in Italia è attiva una compagnia di voli privati low cost. Si chiama Aero Taxi e parte da Roma e Padova.
Per esempio una tratta fra Ciampino e Olbia costa 1.900 euro (andata e ritorno). Un po' più di un volo in business class di una vettore di linea (per esempio Alitalia propone questa tratta a 499 euro solo andata), ma si viaggia da soli.
Si atterra dove si vuole, fra 100 aeroporti disponibili in Italia. Senza code al check-in, ritardi e disagi di qualunque genere.
ORE DI VOLO A SCALARE. In alternativa c'è Jetprivati.it, che offre diversi collegamenti al prezzo di una normale business class. Oppure K-Air, che fa pagare solo le ore effettive di volo grazie all'offerta Multibase.
Identica soluzione per la compagnia Air Partner che pure ha lanciato la sua tessera fedeltà: si chiama Jet card (il taglio minino è di 25 ore di volo) e come afferma la compagnia «consente di volare a bordo di uno dei jet privati in Europa, Stati Uniti e Caraibi a prezzi fissi e senza costi extra aggiunti».
La rivoluzione dei voli di lusso è cominciata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

Le TOP 5 di oggi
1. RIFORME Jobs act, delega approvata in commissione 2. STIME Lavoro, Fmi: in Italia serve un'azione radicale 3. RISCHIO CONTAGIO Onu: l'Ebola minaccia la pace e la sicurezza 4. STALLO Consulta, in parlamento 13esima fumata nera 5. GUERRA Isis, Hollande: «Francia pronta a raid sull'Iraq»
Dalla nostra HomePage
L43 Twitter
prev
next