Pirelli-Lombardia, accordo per il progetto Total safety system

Dalla Regione 1,9 milioni a fondo perduto per investire in ricerca e creare penumatici basati sul concetto di 'sicurezza totale'.

09 Febbraio 2016

Marco Tronchetti Provera, amministratore delegato di Pirelli, col presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni.

Marco Tronchetti Provera, amministratore delegato di Pirelli, col presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni.

Regione Lombardia e Pirelli insieme per la sicurezza stradale. Il 9 febbraio l'azienda produttrice di pneumatici e il governo locale hanno siglato un accordo di competitvità che prevede un contributo regionale a fondo perduto da 1,9 milioni di euro al progetto di Ricerca & Sviluppo 'Total safety system', condotto da Pirelli nel proprio centro di ricerca di Milano Bicocca.
PROGETTO DI 24 MESI. Il progetto, che è sviluppato da Pirelli Tyre e ha una durata di 24 mesi, ha un costo complessivo pari a 5,35 milioni di euro e si inserisce nelle attività legate allo sviluppo di una nuova generazione di pneumatici basata sul concetto di 'sicurezza totale'.
L’attività di ricerca, quindi, si estenderà in tutte le fasi di concezione e progettazione del prodotto: dall’utilizzo di nuovi materiali, allo sviluppo di una nuova tecnologia di controllo del prodotto finito completamente automatizzata, fino all’implementazione di nuovi sistemi applicativi per la sicurezza basati sul pneumatico sensorizzato.
Il progetto consentirà inoltre, un ulteriore miglioramento dei livelli di produttività, qualità ed efficienza, nonché di know-how delle varie tecnologie, permettendo a Pirelli di studiare nuovi mix di prodotto orientati verso segmenti a maggiore valore aggiunto, anticipando la domanda del mercato e mantenendo così elevati livelli di competitività.
RIDUZIONE DEI CONSUMI. Da tale progetto Pirelli si attende, inoltre, risultati positivi nell’ambito ambientale e sociale in tema di sicurezza sulle strade, attraverso la riduzione del consumo di carburante dei veicoli e l’incremento del chilometraggio dei pneumatici.
L’accordo fa parte di un programma della Regione Lombardia volto a sviluppare e valorizzare il capitale umano anche attraverso percorsi formativi, le risorse produttive, ambientali e infrastrutturali sul territorio, e punta a rafforzare il tessuto occupazionale locale generando indotto per tutta la filiera collegata. Favorisce inoltre un’ulteriore crescita delle attività di R&S dell’headquarter Pirelli di Milano Bicocca, che ospita il centro principale della Ricerca e sviluppo del gruppo che attualmente occupa oltre 400 addetti.
DODICI NUOVE ASSUNZIONI. Grazie al contributo dalla Regione, l'azienda potrà assumere, nell’arco temporale 2015-2017, 12 nuovi addetti alla R&S, che andranno ad aggiungersi ai 130 già impegnati nelle attività collegate all’implementazione del progetto.
«L’accordo di competitività sottoscritto con Pirelli è la dimostrazione di come la sinergia tra settore pubblico e privato porti risultati concreti qui in Lombardia», ha dichiarato il presidente della Regione, Roberto Maroni. «Il nostro obiettivo è incrementare gli investimenti in ricerca e innovazione fino al 3% del Pil regionale, rispetto all'attuale dato che si aggira intorno al 2%».
Secondo Maroni «si tratta di due settori strategici che rappresentano una vocazione naturale del nostro territorio oltre che una grande opportunità di crescita», ha spiegato. «Regione Lombardia investe risorse sullo sviluppo tecnologico anche come leva per creare occupazione. Vogliamo andare avanti su questa strada».
TRONCHETTI PROVERA: «UN IMPORTANTE RICONOSCIMENTO». Per Marco Tronchetti Provera, vicepresidente e amministratore delegato di Pirelli, «il centro di Milano Bicocca rappresenta il motore principale della nostra Ricerca & sviluppo e ci consente di competere e di continuare a crescere sui mercati internazionali. Il contributo della Regione Lombardia è un importante riconoscimento da parte delle istituzioni per il lavoro svolto finora e ci consentirà di avviare un progetto finalizzato alla realizzazione di pneumatici sempre più sicuri ed eco-sostenibili, in grado di offrire al cliente non solo sicurezza e alte prestazioni, ma anche soluzioni rispettose dell’ambiente».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

Dalla nostra HomePage
Greco, un indipendente che piace al potere

Greco è il nuovo capo della procura milanese. Estraneo alle logiche correntizie, assicura continuità con Bruti Liberati. E accontenta (quasi) tutti. Renzi incluso.

prev
next