Osborne Clarke, fusione fatta con Sla

09 Luglio 2012

Riccardo Roversi

Riccardo Roversi

Come già annunciato a marzo, lo studio Osborne Clarke (Oc) ha completato e ufficializzato il suo sbarco in Italia attracerso l'acquisizione dello studio Sla. In una nota, viene reso noto che la "firma" sull'operazione è stata apposta il 6 luglio. Riccardo Roversi, già managing partner di Sla, è stato confermato alla guida di Osborne Clarke Italia e sarà membro del nuovo International Executive Board, mentre Federica Greggio, partner dello studio di Padova entrerà nell’International Council, l’organo di governance dello studio. DA ALLEATI A PARTNER. Oc trasforma così le sue alleanze europee in un unico studio legale internazionale con 12 uffici in UK, Germania, Spagna e Italia (Milano, Brescia, Padova e Roma) oltre alla sede americana di Palo Alto. «Come Osborne Clarke, consolidiamo il nostro posizionamento nel Silver Circle internazionale oltre che nel panorama legale italiano. Questa unione è il naturale proseguimento di un lungo percorso di condivisione di expertise nei settori di competenza e dei valori che ci accomunano», ha dichiarato Roversi. CONDIVISIONE DELLE BUONE PRATICHE. «I nostri clienti potranno beneficiare di un'unica struttura in grado di offrire un servizio in grado di supportare le loro operazioni internazionali e la loro crescita. Allo stesso tempo la condivisione delle buone pratiche e delle nostre competenze, affinerà la nostra capacità di comprendere in maniera ancor più approfondita le esigenze dei nostri clienti e il business in cui operano», ha concluso Simon Beswick, International Chief Executive di Osborne Clarke.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati




Dalla nostra HomePage
Matteo Renzi e Pier Carlo Padoan.
Def, Renzi si piega al ministero del Tesoro …

Pil tagliato, disavanzo rivisto al rialzo. Moscovici e Padoan spiazzano il premier. Che rinuncia a tagli di Irpef e costo del lavoro. E perde in flessibilità dall'Europa.

Csm, una riforma fatta in fretta. Per il referendum?

Revisione del regolamento approvata a marce forzate. Si vuole dare a Renzi un'arma da campagna elettorale? Magistratura indipendente attacca Legnini: «Norme fantasy» e «dibattito poco democratico».

prev
next