Roubini e la tempesta perfetta del 2013

18 Luglio 2012

Nouriel Roubini

Nouriel Roubini

Oramai si è guadagnato il soprannome di "Doctor Doom", come l'acerrimo nemico dei Fantastici 4 della Marvel. Ma Nouriel Roubini non è un fumetto, ma un economista che ha fatto il grande salto, da accademico a guru, dopo essere riuscito ad accreditarsi come "quello che ha predetto la grande crisi del 2008". Da quel momento, Roubini, ha fatto della profezia di sventura una sorta di seconda professione. E in questi giorni è tornato alla carica. 5 FATTORI ANNUNCIANO LA TEMPESTA PERFETTA. Il 2013 sarà l'anno della tempesta perfetta. Sono 5 i fattori che non lasciano dubbi, secondo lo studioso della New York University e presidente della società di analisi finanziaria Rge Monitor: il peggiorare della crisi dell'Europa; l'aumento delle tasse e i tagli alla spesa negli Stati Uniti che potrebbero scivolare in recessione; il raffreddamento dell'economia cinese; il rallentamento dei mercati emergenti; e il confronto militare in Iran. NATALE CON LA LIRA PER GLI ITALIANI. Il guru, accreditato anche di una particolare capacità di intelligenza del mercato italiano in virtù degli anni (dal 1962 al 1983) trascorsi nel Bel Paese e in particolare a Milano, il 15 luglio ne ha avute anche per l'Italia, quando il fantasma di Silvio Berlusconi e di un suo possibile ritorno alla guida del Paese, si è palesato sulle pagine dei giornali italiani.
Indeed Xmas with the Lira if he is back @56carlo: Berlusconi ready again for it, not a joke!Anyone does bet christmas'shopping with ‪#lira‬?
Ha chiesto ai suoi seguaci su Twitter. Già perché, Roubini, a quanto pare, è certo che se Berlusconi dovesse rimettersi seriamente in pista non solo tornerebbe alla testa della coalizione di centro destra, ma vincerebbe anche le elezioni. I BANCHIERI IMPICCATI. Ma si sa, come tanti, anche il guru, quando cinguetta le sue previsioni, si fa prendere un po' la mano. Qualche giorno fa ha perfino suggerito di impiccare nelle strade i banchieri responabili della truffa sul Libor. E quando qualcuno, mal cintandolo, ha sostenuto che lui aveva suggerito la decapitazione, si è subito corretto:
To be exact I proposed hanging them in the streets rather than beheading @AlistairNic: @Nouriel @Williamw1 Your idea is beheading?Excellent!
Quando gli allievi superano il maestro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

Dalla nostra HomePage
Omicidio Sara, le cose da sapere

Confessa l'ex fidanzato. Gli inquirenti: «Bruciata viva. Ha chiesto aiuto, nessuno si è fermato». Dal ritrovamento del corpo alle ricostruzioni con le immagini di una videocamera, il delitto della Magliana in 5 punti.

prev
next