Apri/chiudi Tab
Le top 10 news di oggi chiudi
Le inchieste di Lettera43 chiudi
Le grandi interviste di Lettera43 chiudi
L43 - Local L’informazione dalla tua città Invia
TUTTO ITALIA EUROPA AFRICA ASIA NORD-AMERICA SUD-AMERICA OCEANIA Login | Registrati |  Mercoledì, 23 Aprile 2014- 09.44

Economia 

«La Grecia presto fuori dall'euro»

La commissaria Ue Damanaki. Atene: «Fateci lavorare».

crisi

Una giornata al cardiopalma quella di mercoledì 25 maggio, sia per le autorità di Atene sia per l'eurogruppo, impegnati, a distanza, a trovare una soluzione contro il default della Grecia. Gli animi si sono surriscaldati quando la commissaria europea per la pesca, la greca Maria Damanaki, ha dichiarato che ormai il ritorno alla dracma è inevitabile, facendo traballare i mercati finanziari, e crollare l'euro sotto la soglia di 1,41 rispetto al dollaro.
LA RABBIA DI PAPANDREOU. Il ministro delle Finanze greco George Papacostantinou ha invece frenato i nervosismi chiosando che un'uscita della Grecia dall'euro non é in discussione, mentre il primo ministro è arrivato addirittura alla preghiera: «Vi prego, lasciateci in pace», ha detto il premier George Papandreou, ed evitate le previsioni quotidiane di default e ristrutturazione del debito. La Grecia e i suoi cittadini stanno «facendo ogni sforzo giorno per giorno» per uscire dalla situazione di crisi, ha aggiunto. Questo mentre i vertrici della Banca centrale europea e del Fondo monetario internazionale erano al lavoro per negoziare quella che è stata definita la 'troika', cioè la quinta tranche del prestito di salvataggio ad Atene.

Malumori a Bruxelles

La Grecia è il caso più difficile fra i tre Paesi che hanno ricevuto il salvataggio targato Ue-Fmi. Lo ha detto il Commissario Ue agli Affari economici Olli Rehn, descrivendo in modo eloquente la situazione che si è venuta a creare nel Paese ellenico e che non solo ha provocato una frattura profonda in seno alle istituzioni europee su come risolverla, ma sta portando scompiglio anche tra gli stessi esponenti del Pasok, attualmente al governo. «Lo scenario di una uscita della Grecia dall'euro ormai è sul tavolo. Abbiamo la responsabilità morale di guardare al dilemma con chiarezza: o troviamo un accordo con i creditori in modo che il nostro programma di duri sacrifici abbia risultati, oppure torniamo alla dracma», ha ammonito la commissaria per poi essere prontamente smentita dal suo governo. Il futuro della Grecia è soltanto «nel quadro dell'euro» e non c'é «alcuna discussione» di un'eventuale uscita dalla moneta unica, ha dichiarato il portavoce dell'esecutivo Georges Petalotis.
110 MILIARDI NON BASTANO. In seno alla Ue tutti sono concordi che i 110 miliardi di euro concessi alla Grecia l'anno scorso non sono sufficienti per permettere al governo di George Papandreou di far fronte ai titoli in scadenza l'anno prossimo, ma tra loro non c'é ancora nessun accordo su come colmare la voragine. Berlino e i suoi alleati nella Ue premono affinché la Grecia metta a posto i propri conti attraverso un drastico piano di tagli alla spesa e una ristrutturazione del debito. La Banca centrale europea, invece, è decisamente contraria a questa ipotesi definendola una sorta di 'film horror' e piuttosto che allungare le scadenze o tagliare i pagamenti ai creditori, ha chiesto che siano gli altri stati membri dell'Eurozona a contribuire a ripianare il buco di bilancio ellenico se Atene non dovesse farcela da sola.
BCE: NO A RISTRUTTURAZIONE DEBITO. «La ristrutturazione del debito non può e non deve essere la soluzione al problema», ha affermato il membro del consiglio esecutivo dell'Eurotower Juergen Stark. Convinto del fatto che questa manovra innescherebbe un contagio anche alle banche tedesche, principali creditrici del debito ellenico. Da tempo contrario ad una ristrutturazione è anche il presidente dell'Eurogruppo, Jean-Claude Juncker, e ha anche aggiunto che una «ristrutturazione soft» non servirebbe a nulla. Piuttosto sono necessari tagli alla spesa pubblica, riforme strutturali e privatizzazioni, come quelle approvate il 23 maggio scorso dal governo di Atene.

Mercoledì, 25 Maggio 2011


Nessun commento

Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

L’informazione dalla tua città
Invia
borsa in diretta
Guida Fisco
Notizie e approfondimenti sulla Fiscalità Italiana.
La Guida Online su Fisco e Tasse in Italia!