Borsa, il liveblogging del 15 febbraio 2016

Piazza Affari positiva trainata da Mps e Banco Popolare. Tokyo recupera il 7,16%.

15 Febbraio 2016

Rimbalzano le Borse europee nella seduta del 15 febbraio. Piazza Affari ha chiuso in forte rialzo, con il Ftse Mib a +3,19%, riagganciando a soglia dei 17 mila punti.
Milano è stata trainata dai bancari, in particolare da Mps, Banco Popolare e Unicredit.
Positivi anche gli altri listini del Vecchio Continente, mentre Wall Street è rimasta chiusa per le festività del Presidents Day.
Francoforte ha chiuso in rialzo del 2,67% a 9.206 punti, Parigi segna un aumento del 3,01% a 4.115 punti, mentre Londra guadagna il 2,04% a 5.824 punti.
TOKYO RECUPERA IL 7,16%. Buone notizie anche da Tokyo. La Borsa ha ignorato i dati che evidenziano la contrazione del Pil e ha chiuso le contrattazioni con un rialzo del 7,16%, superando quota 16 mila punti, dopo aver fatto segnare lo scorso venerdì la maggiore flessione settimanale (-11%) in otto anni.
DEUTSCHE BANK -0,98%. Il titolo di Deutsche Bank ha perso lo 0,98%, malgrado Moody's abbia rassicurato sulla capacità dell'istituto di pagare gli interessi sui bond più speculativi.
 

Il liveblogging

 

18.04 - MILANO CHIUDE A +3,19%. Piazza Affari chiude la seduta in rialzo del 3,19%, a 17.041 punti. A trainare il nuovo recupero dei listini, favorito anche dall'aumento dei prezzi del petrolio, sono stati i titoli automobilistici e quelli bancari. Bper ha messo a segno il miglior risultato a fine giornata (+10,13%), seguita da Mps (+9,21%), Banco Popolare (+7,31%) e Bpm (+5,65%) impegnati per le prossime nozze, e da Unipol (+7,65%) e Unipol Sai (+5,92%) grazie ai conti diffusi venerdì 12 febbraio. Tra i titoli minori, poi, Carige (+4,4%) reagisce in modo positivo alla volontà di rinnovare i vertici espressa al socio Malacalza. Sul listino principale, tutto positivo, si mettono in luce anche Finmeccanica (+4,85%), Mediaset (+4,57%) e Fca (+4,42%).

 

16.35 - EUROPA POSITIVA CON PAROLE DI DRAGHI. Le borse europee restano in deciso rialzo, mentre Wall Street è chiusa per festività, dopo le parole del presidente della Bce Mario Draghi che ha confermato che l'Eurotower è pronta ad agire a marzo. Corrono le auto (indice Eurostoxx settoriale +4,9%) e le banche (+3,2%) con l'eccezione, a Francoforte (+2,96%), di Deutsche Bank (-0,2%) che ha azzerato i guadagni della mattinata malgrado Moody's abbia rassicurato sulla capacità dell'istituto di pagare gli interessi sui bond più speculativi. Rialzi a due cifre per le banche greche (Atene +7,4%), corrono quelle italiane (Milano +3,5%), compresa Carige (+5,4%) in un mercato che mostra di apprezzare la volontà di cambiare i vertici da parte dell'azionista Malacalza. Bene anche Parigi (+3,4%) e Madrid (+3,2%).

 

13.00 - MILANO MAGLIA ROSA IN EUROPA. Le Borse europee confermano la buona seduta con il mercato che vive una nuova fase di ottimismo sulle attese di stimoli da parte della Banca centrale europea. L'indice d'area Stoxx 600 sale di oltre il 3% con banche e auto in particolare evidenza. Maglia rosa resta sempre Milano (Ftse Mib +4,3% a 17.177 punti), seguita da Parigi (+3,49%), Madrid (+3,35%). Francoforte sale del 2,92% mentre Londra del 2,15 per cento. A Piazza Affari prosegue il rimbalzo di Mps (+9,43%) così come quello di Saipem (+11,7%). Fuori dal paniere principale in evidenza Carige (+11,4%). Lo spread tra Btp e Bund è sotto i 131 punti base.

 

12.11 - MILANO SALE ANCORA: +4%. Piazza Affari allunga ancora il passo a metà giornata. Il Ftse Mib, ancora trainato dai bancari, guadagna il 4,07% a 17.184 punti. Sempre in luce Mps (+9,1%) e, a seguire, Unipol (+9,05%), Banco Popolare (+8,98%), Bper (+7,93%). Fuori dal paniere principale Carige guadagna il 10,93%. Ben comprate anche Unipol (+8,45%), Unicredit (+6,93%). Lo spread resta stabile sotto i 133 punti.

 

10.30 - MILANO +3,3%, SPREAD SOTTO 133. Borse europee di gran passo con l'indice d'area Stoxx 600 che sale del 2,6%. Sui mercati prosegue l'ottimismo con i bancari in luce (lo stoxx di settore segna un +3,45%). Milano con il Ftse Mib (+3,3% a 17.131 punti) resta la migliore. Rialzi sostenuti anche per Parigi (+2,73%), Francoforte (+2,62%), Londra (+1,81%). Cauta Atene che segna un +0,53 per cento. Nel credito Mps rimbalza e sale dell'8,49%, Unicredit guadagna il 7,54%, Banco Popolare il 6,82%, Bper il 6,35%. Bene anche Credit Suisse che segna un +6,06%. Lo spread tra btp e bund è sotto i 133 punti.

 

9.41 - MILANO SALE ANCORA: +3,85%. Piazza Affari di gran passo in avvio di seduta. Trainato dai bancari il Ftse Mib arriva a guadagnare il 3,85% a 17.141 punti. Prosegue la corsa di Mps (+9,76%, Banco Popolare (+8%), Bper (+7,15%), Unicredit (+6,5%).


9.28 - MILANO SCATTA CON LE BANCHE. Primi scambi in forte rialzo per Piazza Affari. Il Ftse Mib guadagna il 3% a 17.010 punti con i bancari in luce. Vola Mps (+9,43%), seguita dal Banco Popolare (+8%). Bene anche Bpm (+5,81%), Unipolsai (+6,04%).


9.00 - PIAZZA AFFARI APRE IN RIALZO. Piazza Affari apre in rialzo. Il Ftse Mib sale dell'1,71% a 16.790 punti.


7.10 - TOKYO CHIUDE A +7,16%. La Borsa di Tokyo ignora i dati che evidenziano la contrazione del Pil e termina le contrattazioni con un rialzo del 7,16%, superando quota 16.000, dopo aver fatto segnare lo scorso venerdì la maggiore flessione settimanale (-11%) in otto anni. L'indice Nikkei, con il dollaro risalito a quota 113,92 yen, ha segnato un progresso di 1.069,97 punti a quota 16.022,58.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

Dalla nostra HomePage
Cannabis, numeri e rotte spiegati in 6 infografiche

Prime relazioni alla Camera. La cannabis in Europa vale 9 miliardi. In Italia 1,35. Arriva da Marocco e Afghanistan. E all'Olanda frutta 400 mln in tasse. I grafici.

prev
next