L43 Guide
Cultura

Chiamare ispettorato del lavoro

Pubblicato il 27 gennaio 2014

foto chiamare

 

Se subite soprusi da parte del vostro datore di lavoro, dal mobbing alle problematiche più o meno gravi che possono condizionare la vita e l’attività lavorativa di un dipendente, allora potete richiedere l’intervento degli organi di vigilanza della Direzione Provinciale del Lavoro (DPL), ovvero l’Ispettorato del lavoro.

Innanzitutto, è necessario recarsi presso il Servizio Ispezione del Lavoro provinciale e contattare l’ispettore di turno, al quale dovrete descrivere le inadempienze del datore di lavoro, fornendo, qualora in possesso, tutte le prove e la documentazione che possa dare ulteriore dimostrazione delle affermazioni espresse.

La stesura del verbale e la firma da parte del lavoratore daranno l’avvio agli accertamenti per evidenziare i reali problemi presenti sul lavoro, dopodiché il verbale verrà inoltrato all’ufficio denunce, che provvederà ad assegnarlo ad un ispettore per gli opportuni controlli del caso.

Quindi, se avete intenzione di avviare questo procedimento, fate attenzione a fornire questi dati:

- tipologia del rapporto di lavoro 
- modalità di lavoro (giorni e ore di lavoro, retribuzione, straordinari, ecc)
- dati dell’azienda (sede legale, sede operativa)
- dati del responsabile dell’azienda 
- prove che attestino il maltrattamento 
- eventuali testimoni dei soprusi subiti 

 

Categorie