Apri/chiudi Tab
Le top 10 news di oggi chiudi
Le inchieste di Lettera43 chiudi
Le grandi interviste di Lettera43 chiudi
L43 - Local L’informazione dalla tua città Invia
TUTTO ITALIA EUROPA AFRICA ASIA NORD-AMERICA SUD-AMERICA OCEANIA Login | Registrati |  Venerdì, 25 Aprile 2014- 02.18

Economia 

LA SCHEDA

Usa, spettro default

Che cos'è il tetto del debito e perché Obama vuole alzarlo.

di Pietro Minto

Articolo in versione breve

Gli Usa rischiano il default per via del loro debt ceiling, ovvero il tetto che il Congresso statunitense pone al debito del Paese, attualmente fissato a 14.300 miliardi di dollari. La situazione è rischiosa e poco chiara, dominata com'è dall'intransigenza dei conservatori (specie dei Tea party), che puntano a diminuire le spese dello Stato; e la politica dei democratici, attualmente in minoranza al Congresso, la cui richiesta è stata di aumentare il tetto di 2.700 miliardi. Il compromesso a cui Obama ha lavorato prevede una combinazione di tagli e aumenti del debito, per ottenere il via libera dell'assemblea.
IL DEBT CEILING. Il debt ceiling è stato adottato nel 1917 come strumento di controllo economico sul presidente al momento dell'entrata in guerra. Secondo alcuni osservatori, però, si tratta di uno strumento anacronistico, non previsto dalla Costituzione, in grado di creare conseguenze inaspettate in situazioni critiche. Proprio come quella che gli Usa stanno vivendo. Inoltre non esiste in nessun altro Paese democratico, eccetto la Danimarca.

Martedì, 26 Luglio 2011


Guarda l'articolo in versione completa

Commenti (2)

tiberio 28/lug/2011 | 08:32

debito non onorato
Obama non ha pagato il suo debito politico (ovverosia ha prodotto DEFAULT) e per questo è ai minimi termini nel consenso Statunitense. Se si andrebbe a votare oggi non verrebbe nemmeno preso in considerazione. Il suo fallimento dicono i più competenti è stato causato in quanto ha prelevato un fiume di dollari dalla banca centrale è lo ha regalati alle banche a scatola chiusa . Grandi regalie che sono figlie della politica della retorica per la quale noi nel suolo italico siamo professionisti dell'inutile eloquio. E se i debiti non si pagano la strada del fallimento è alle porte e le conseguenze saranno anche per noi...altro che DEFAULT:
Però quel quadretto familiare con l'orticello nella casa Blanca era davvero accattivante, mentre tutte le nostre forze politiche si sperticavano per gli eloggi! Semibaratro!!!

AleT 27/lug/2011 | 11:10

è una mezza verita?
Dunque...
Il presidente precedente, quello che compare sulle magliette in giro per tutta l'America famose per la scritta "Miss me yet" (vi manco già?), è quello che creando debito pubblico ha DATO LAVORO ED OCCUPAZIONE aumentando l'economia.
Nel 2006 con G.W.Bush il debito era del 60% ad oggi siamo alla soglia del 100% e del famoso "yes we can" rimane solo l'eco e una moschea a Ground Zero della quale l'America poteva fare benissimo a meno.
Il PIL "bushiano" è cresciuto sino al 2008.

NON E' VERO che Obama ha operato bene per la sua Nazione:
- pacifista con il numero di soldati Usa morti più elevati del suo predecessore.
- presidente ecologico ma è colui che ha messo la SUA FIRMA per l'autorizzazione al trivellare nel golfo del Messico. Sappiamo tutti cosa è successo mentre lui giocava a golf. E come non ricordare l'incidente alla centrale atomica in Nebraska dove LUI STESSO impose il veto su l'accaduto?
- ha affermato che la "fratellanza islamica" in Egitto era l'unico passo verso la democrazia. Difatti ad oggi in quel paese sono VIETATE la partecipazioni politiche di voto ai non islamici e alle donne. Più democrazia di così...

E, mentre i media italiani elogiavano la moglie perchè si vestiva da gatto ad Halloween (è proprio vero che siamo il Paese del Grande Fratello) il debito cresceva sempre di più...
In mezzo a a questa crisi Obama si mette a giocare ancora a fare il "braccio di ferro" in un momento in cui gli USA hanno più bisogno di stabilità? Ottima cosa...
http://alessandrotesio.blogspot.com/2011/07/countdown-sul-debito-pubblico-usa.html

Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

borsa in diretta