Apri/chiudi Tab
Le top 10 news di oggi chiudi
Le inchieste di Lettera43 chiudi
Le grandi interviste di Lettera43 chiudi
L43 - Local L’informazione dalla tua città Invia
TUTTO ITALIA EUROPA AFRICA ASIA NORD-AMERICA SUD-AMERICA OCEANIA Login | Registrati |  Lunedì, 01 Settembre 2014- 22.59

Economia 

Manovra, non aumenta il prezzo delle sigarette

Polillo: «A crescere sarà invece il costo del tabacco trinciato».

FINANZIARIA

Nuovo contrordine: il sottosegretario all'Economia, Gianfranco Polillo, ha voluto chiarire la notizia del 14 dicembre secondo la quale la manovra dovrebbe prevedere un aumento del costo delle sigarette per alleggerire le tasse su barche e auto di lusso. «La norma prevede solo l'aumento per le accise sul tabacco trinciato, quello che si vende nelle buste e che serve per confezionare manualmente le sigarette», ha spiegato.
Ad essere puniti sarebbero quindi solo i fumatori che usano la pipa o si confezionano a mano le sigarette con le apposite cartine.
AUMENTO NON CONSISTENTE. La scelta del tabacco trinciato è stata fatta perchè, ha spiegato Polillo, «negli ultimi anni c'è stato un grande aumento del consumo di questo prodotto» e perchè «abbiamo anche sfiorato la soglia critica dei 5 euro del pacchetto di sigarette, superata la quale ci sarebbe una forte caduta dei consumi e del settore». Il sottosegretario ha poi aggiunto che «l'importo dell'aumento ancora non c'è: lo sta definendo la Ragioneria dello Stato». Polillo ha quindi chiarito la motivazione che ha spinto la commissione bilancio ad abbassare la tassa su barche ed auto di lusso: «Dobbiamo coprire le riduzioni che abbiamo fatto anche, ad esempio, sulle barche, perchè la cantieristica è in Italia un settore molto forte. Ma non credo che l'aumento sarà consistente».

Giovedì, 15 Dicembre 2011 © RIPRODUZIONE RISERVATA


Commenti (1)

Riko 15/dic/2011 | 17:19

WWWW, Babbo Natale.
E se qualcuno non crede più a Babbo Natale è bene si ricreda, come si osserva il Monti Proff. non riesce o non vuole aumentare le tasse su chi ha evidenti manifestazioni di ricchezza lussureggiante, come i propietari di grandi e lussuose imbarcazioni o di auto di lusso. Insomma questa volta il Proff. Monti teme che i poveretti siano costretti a limitare le loro sfarzosità. Allora torniamo dai poveri quelli da meno di 1000 euro di pensione al mese SI a loro possiamo far pagare il debito pubblico. Viva l'Italia dei ricchi a morte i poveri.

Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

L’informazione dalla tua città
Invia
borsa in diretta
Guida Fisco
Notizie e approfondimenti sulla Fiscalità Italiana.
La Guida Online su Fisco e Tasse in Italia!