FINANZA

Udine, truffavano banche per milioni di euro

Indagati imprenditori: chiedevano fondi per società inattive.

27 Aprile 2012

Una decina di imprenditori e liberi professionisti toscani sono sotto indagine per avere ottenuto da alcune banche dei finanziamenti di vari milioni di euro per progetti che non sono stati mai realizzati: il più cospicuo ammonta a 12 milioni di euro, di cui 10 sono stati già erogati, per la falsa costruzione di un centro commerciale a Santo Stefano Magra, in provincia di La Spezia.
La denuncia per associazione a delinquere finalizzata alla truffa e al riciclaggio è arrivata il 27 aprile dalla procura di Tolmezzo, in provincia di Udine, territorio usato dal gruppo per portare i fondi all'estero.
Sotto indagine i presunti amministratori e presidenti di società in realtà inattive e costituite appositamente con un sistema a matrioska al solo scopo di ottenere fondi economici.
PERQUISITE TRE FILIALI DELLA MPS. Sotto ordine del pm Alessandra Burra, gli agenti della squadra mobile di Udine e la polizia di frontiera della Guardia di finanza di Tarvisio hanno perquisito tre filiali della Monte dei Paschi di Siena a Firenze, Pistoia e Prato, considerate parti offese in causa.
Al termine sono stati sequestrati una serie di documenti relativi ai finanziamenti erogati.
IL DENARO IN CONTI ESTERI O IN ACQUISTI. Il denaro versato dagli istituti di credito alle società veniva reinvestito nell'acquisto di beni personali da parte dei componenti della banda o finiva in conti correnti accesi all' estero.
Sembra che buona parte dei fondi siano già stati spesi mentre una parte è stata recuperata.
TROVATI 300 MILA EURO ADDOSSO A UNA DONNA. A far partire l'inchiesta il semplice controllo di una Mercedes lo scorso 20 gennaio, a opera della polizia di frontiera e delle Fiamme gialle: a bordo un imprenditore e la moglie ucraina, i quali avevano dichiarato di essere diretti in Austria per festeggiare l'anniversario di matrimonio.
Ma nella borsa della donna le forze dell'ordine hanno trovato 50 mila euro in contanti. Subito erano scattati i controlli ed erano stati trovati altri 300 mila euro, sempre in banconote, che l'ucraina custodiva sotto i vestiti, oltre che una serie di orologi di valore, tra cui Baume&Mercier e Rolex.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

Le TOP 5 di oggi
1. SPARATA Immigrazione, Grillo: «Clandestini da rispedire a casa» 2. AL NAZARENO Pd, Renzi in Direzione sulla forma partito 3. CONFLITTO Isis, la Turchia concede il passaggio ai peshmerga dell'Iraq 4. INCHIESTA Fondi Piemonte, imputazione coatta per due membri della giunta 5. DECISIONE Omicidio Yara, Bossetti resta in carcere
Dalla nostra HomePage
L43 Twitter
prev
next