L'Unità, l'editore smentisce le perdite citate dai giornali

La società replica con una nota alle voci sulla difficile situazione societaria circolate sui giornali.

02 Marzo 2016

Il quotidiano l'Unità è tornato in edicola il 30 giugno 2015.

(© Ansa) Il quotidiano l'Unità è tornato in edicola il 30 giugno 2015.

Perdite da centinaia di migliaia di euro al mese, una fase di liquidazione complicata, la paura che all'asta fallimentare del 23 marzo non si presenti nessun acquirente.
Le voci di stampa che si rincorrono su L'Unità dipingono scenari al limite del catastrofico. E la società editrice del quotidiano fondato da Antonio Gramsci ha deciso di ribellarsi.
«CE L'ASPETTAVAMO». «Eravamo ben coscienti che durante tutta la fase del rilancio di uno dei più importanti e storici quotidiani italiani ci sarebbero stati attacchi duri e violenti da parte di molti», è stato scritto in una nota ufficiale di Unità Srl, «nonostante fossimo preparati, è arrivato il momento di dire basta a questi continui attacchi». 
L'editore ha ricordato che «da alcuni giorni è ripresa la pubblicazione su alcuni organi di stampa di vari articoli che mettono in discussione la tenuta patrimoniale della società, i rapporti tra i soci e le prospettive di buona finalizzazione della gara per l'acquisto de l'Unità».
«BILANCIO A FINE GIUGNO». Notizie che, secondo la società, sono destituite di fondamento: «Smentiamo categoricamente tutte le cifre che sono circolate circa lo stato economico della società, che presenterà il suo bilancio alla fine di giugno, ovvero dopo un anno dal ritorno in edicola del giornale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

Dalla nostra HomePage
Van der Bellen, presidente di un'Austria spaccata

Austria, vince il candidato dei Verdi. Con lui donne, laureati, abitanti delle città. Con Hofer uomini, operai e montanari. La sfida ora sarà mettere tutti d'accordo.

Calcioscommesse, 36 anni di scandali italiani in grafici

Ombra camorra sulla B, indagato Izzo. Il Totonero nel 1980, l'inchiesta dell'86, Scommessopoli 2011 e Dirty soccer 2015: i match venduti nel nostro campionato.

prev
next