Sgarbi: «Acquisire Bompiani? Fiamma mai spenta»

L'Antitrust può obbligare Mondadori a vendere. La casa editrice è pronta. Sgarbi a L43: «Sì, siamo interessati». Intanto prepara il lancio dell'ultimo libro di Eco.  

di

|

22 Febbraio 2016

A fine novembre 2015, dopo mesi di voci, l'avevano messa in porto.
Ora La nave di Teseo è pronta a spiegare le vele e salpare.
ECO ANTICIPATO. La partenza ufficiale, fissata per aprile 2016, avrà un preludio nella pubblicazione di Pape Satàn Aleppe, l'ultima raccolta di saggi di Umberto Eco. Un omaggio doveroso al cofondatore e anima della casa editrice, morto il 19 febbraio 2016, tre giorni dopo aver dato il suo via libera alla stampa del libro, in vendita a partire da venerdì 26 febbraio.
Il «capitano» se n'è andato, lasciando in eredità la sua ultima fatica, ma a bordo resta gran parte della ciurma che fu di Bompiani: da Aldo Nove a Michel Houellebecq, passando per Tahar Ben Jelloun. A loro si è unito Michael Cunningham, e tanti ancora lo faranno lungo il tragitto.
A MAGGIO IL LIBRO DI CUNNINGHAM. A dirlo a Lettera43.it è la fondatrice Elisabetta Sgarbi.
«Partiremo coi libri di Ben Jelloun e delle italiane Viola Di Grado ed Elena Stancanelli», ma anche con «Un cigno selvatico del premio Pulitzer Michael Cunningham, in uscita a maggio».
La mission è chiara: «La nostra dimensione non può essere competere con Mondadori, ma stare al fianco degli autori».
TENTAZIONE BOMPIANI. Anche se l'esito dell'indagine dell'Antirtust sul colosso nato dalla fusione tra Mondadori e Rcs Libri potrebbe cambiare le carte in tavola.
Se Bompiani, uno dei marchi più prestigiosi per tradizione e catalogo della Rcs Libri, dovesse essere messa sul mercato per ordine del Garante, la Sgarbi difficilmente rinuncerebbe a un altro tentativo: d'altra parte «25 anni di lavoro appassionato non si cancellano».

 

  • Elisabetta Sgarbi, fondatrice di La nave di Teseo.

 

DOMANDA. Quando escono i primi titoli della nave di Teseo?
RISPOSTA. Nel mese di aprile. Tra questi segnalo il nuovo romanzo del Premio Goncourt Tahar Ben Jelloun, Matrimonio di piacere.
D. E libri di autori italiani?
R. Due: La femmina nuda di Elena Stancanelli e Bambini di ferro di Viola Di Grado, una scrittrice dalla impressionante forza letteraria, già vincitrice del ''premio Campiello Opera prima'' e tradotta ampiamente all’estero.
D. Altro?
R. Sempre di narrativa italiana, una favola urbana, una storia d'amore formidabile tra una scrittrice di teatro e un lavavetri: Il principio della carezza di Sergio Claudio Perroni.
D. Rispetto ai nomi di cui si era parlato a dicembre 2015 ne avete di nuovi in catalogo?
R. Qualche settimana dopo l’annuncio della nuova casa editrice ho ricevuto un messaggio bellissimo del premio Pulitzer Michael Cunningham, in cui mi comunicava che avrebbe desiderato pubblicare il suo nuovo libro, Un cigno selvatico, con La nave di Teseo, in uscita nel mese di maggio. E altri che via via presenteremo alla rete di vendita.
D. A chi avete pensato di affidare la distribuzione?
R. Per la promozione e la distribuzione dei nostri libri abbiamo stretto accordi con le due principali società del settore, rispettivamente la Pde del gruppo Feltrinelli e Messaggerie Libri.
D. Come vi muoverete nei confronti della concorrenza? In particolare di quella del colosso ''Mondazzoli''?
R. Mondadori non è la nostra misura. La nostra misura è fare un bel lavoro e curare gli autori.
D. Secondo l'Espresso l'Antitrust sarebbe decisa a obbligare Mondadori a vendere Bompiani. Si dice anche che voi siate interessati all'acquisto. È possibile un ritorno di fiamma?
R.
Non c'è bisogno che la fiamma ritorni, oltre 25 anni di lavoro appassionato non si cancellano. Che io sappia, l'istruttoria è ancora in corso.
D. Al momento non avete ancora un sito internet. Avete in programma di costruirne uno?
R. Stiamo lavorando, come è necessario per un nuovo marchio, a un progetto unitario per la nostra identità visiva, disegnata da un grande maestro della grafica editoriale quale è Pierluigi Cerri. Il nostro sito sarà ovviamente un tassello importante di questo progetto.
D. E sugli ebook punterete?
R. Certamente, tutti i nostri libri usciranno sia in edizione cartacea sia in digitale.

 

Twitter @GabrieleLippi1

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

Dalla nostra HomePage
prev
next