Tennis, Maria Sharapova positiva all'antidoping

L'atleta russa verso una lunga squalifica. L'annuncio in conferenza stampa.

di

|

07 Marzo 2016

Si è presentata alla conferenza stampa con un abito scuro, col volto fisso verso la platea, e tentando di mantenere il sangue freddo, ha rivelato al mondo la sua verità. Positiva a un test antidoping. Quando si è saputo dell'incontro con i media, la sera del 7 marzo, in molti temevano che Maria Sharapova potesse annunciare il ritiro dall'agonismo, ma la notizia arrivata, forse, è ancora più grossa.
«SPERO IN UN'ALTRA CHANCE». La tennista russa ha fallito un controllo all'Open d'Australia e sarà squalificata per un lungo periodo. «Devo assumermi tutta la responsabilità di ciò che è successo», ha detto rispondendo alle domande dei giornalisti, «ma non voglio chiudere così la mia carriera. Spero mi diano un'altra chance».

 

  • L'annuncio di Maria Sharapova, positiva all'antidoping.

 

La sostanza trovata nel suo sangue è il Meldonium, un anti-ischemico usato per combattere le cefalee che agevola il metabolismo, è lo stesso fatale ai pattinatori su ghiaccio russi Ekaterina Bobrova e Dmitri Soloviev, campioni olimpici a Sochi 2014, la cui positività è stata annunciato lo stesso giorno della conferenza stampa di Maria Sharapova.
La tennista ha detto di assumere il farmaco da anni, in buona fede: «Lo prendevo da 10 anni come medicinale contro il diabete e francamente non ero consapevole delle conseguenze». La sostanza è finita nella lista nera della Wada solo il primo gennaio 2016.
VINCITRICE A WIMBLEDON A 17 ANNI. Maria Sharapova ha scritto la storia del tennis nell'ultimo decennio. Vincitrice a Wimbledon nel 2004, ad appena 17 anni, e numero 1 Wta per la prima volta l'anno dopo, vanta un record di 601 vittorie e 145 sconfitte, e ha trionfato in tutti i tornei dello Slam: Australian Open (2008), Roland Garros (2012 e 2014), Wimbledon (2004) e Us Open (2006). Nel suo palmares anche il successo al Wta Championships del 2004 e l'argento olimpico a Londra 2012.
Nata nel 1987 in Siberia da genitori bielorussi fuggiti dal loro Paese dopo l'incidente di Chernobyl, Masha è diventata l'atleta donna più pagata al mondo con un guadagno annuale stimato da Forbes in 29,5 milioni di dollari. Solo sul campo da tennis ha conquistato un totale di 36,5 milioni, risultando la seconda tennista per montepremi vinti alle spalle di Serena Williams.
RECORD DI LIKE SU FACEBOOK. Ora il suo impero vacilla sotto i colpi della positività all'antidoping. Come reagiranno i fan che l'hanno resa così popolare facendone la tennista più amata sui social (15.358.317 like, record assoluto su Facebook, e 2 milioni di follower su Twitter, dove è seconda ancora una volta alle spalle di Serena Williams)? Come gli sponsor che le hanno garantito un patrimonio di 195 milioni di dollari?
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

Dalla nostra HomePage
Rai, perché i maxi stipendi non sono l'unico problema

Paghe d'oro? Odiose. Ma Viale Mazzini ha anche altri sprechi. Come i 14 canali. Contro i 6 della Bbc. O la lottizzazione. Il prof Doglio: «Mammut senza identità».

prev
next