Diego Fusaro

L'ULTIMO MARXIANO

Utero e ovaie in affitto? Gramsci era contrario

È classismo e mercificazione della donna. Però la sinistra attuale non se ne accorge.

di

|

08 Marzo 2016

Polemica in Italia sulla pratica dell'utero in affitto.

Polemica in Italia sulla pratica dell'utero in affitto.

Il paradosso non sta solo nel fatto che la reificazione e il classismo stanno vincendo su tutta la linea, perché dopo il 1989 il capitale è dominante.
Oltre a questa tragedia, ve ne è un’altra: le masse manipolate e lobotomizzate dal potere amano le loro catene e sono pronte a battersi per esse.
Sono paghe della loro servitù, e nemmeno più la percepiscono come tale.
SOLO CORPI SFRUTTATI. Addirittura nel quadrante sinistro sono pronte a urlare «Omofobo! Omofobo!» - la più efficace categoria della neolingua - contro chiunque faccia loro notare che l’utero in affitto è una pratica abominevole, che mercifica la donna e il nascituro e che fa trionfare il classismo più sfrenato: fa della donna una merce, un corpo sfruttato; fa del nascituro una merce on demand.
È il trionfo dello sfruttamento di classe e della riduzione orrenda dell’umano a merce.
LIBERTÀ TRAVISATE. Subito la massa lobotomizzata dirà che invece è libertà, perché ognuno è finalmente libero di fare ciò che vuole: la massa non sa che questo è il concetto di libertà creato ad hoc dalla circolazione delle merci e dal consumismo dilagante.
L’individuo può tutto, a patto che possa permetterselo. La libertà si capovolge in reificazione. E il gioco è fatto.
Sentiamo allora quell’“omofobo” di Antonio Gramsci, cosa scriveva nel giugno 1918 a proposito della grandiosa pratica emancipativa dell’utero in affitto.

Il dottor Voronof ha già annunziato la possibilità dell'innesto delle ovaie.
Una nuova strada commerciale aperta all'attività esploratrice dell'iniziativa individuale.
Le povere fanciulle potranno farsi facilmente una dote.
A che serve loro l'organo della maternità? Lo cederanno alla ricca signora infeconda che desidera prole per l'eredità dei sudati risparmi maritali.
Le povere fanciulle guadagneranno quattrini e si libereranno di un pericolo.
Vendono già ora le bionde capigliature per le teste calve delle cocottes che prendono marito e vogliono entrare nella buona società.
Venderanno la possibilità di diventar madri: daranno fecondità alle vecchie gualcite, alle guaste signore che troppo si sono divertite e vogliono ricuperare il numero perduto.
I figli nati dopo un innesto? Strani mostri biologici, creature di una nuova razza, merce anch'essi, prodotto genuino dell'azienda dei surrogati umani, necessari per tramandare la stirpe dei pizzicagnoli arricchiti.
La vecchia nobiltà aveva indubbiamente maggior buon gusto della classe dirigente che le è successa al potere.
Il quattrino deturpa, abbrutisce tutto ciò che cade sotto la sua legge implacabilmente feroce.
La vita, tutta la vita, non solo l'attività meccanica degli arti, ma la stessa sorgente fisiologica dell'attività, si distacca dall'anima, e diventa merce da baratto; è il destino di Mida, dalle mani fatate, simbolo del capitalismo moderno.
(A. Gramsci, Scritti 1913-1926, Einaudi, Torino 1984, a cura d S. Caprioglio, p. 88).


Avete capito? Mostri biologici, prodotto genuino dell’azienda dei surrogati umani, eugenetica, sfruttamento di classe, mercificazione, povere fanciulle umiliate.
Speriamo che con queste righe qualcuno si risvegli anche a sinistra, dove attualmente le battaglie fatte sono le stesse fatte dal Capitale e il signor Nichi Vendoola ha provvisoriamente preso il posto del grande Gramsci.
ABOMINIO DA RESPINGERE. Speriamo che la lotta per l’emancipazione contro il classismo e la mercificazione torni a essere al centro.
Speriamo che si capisca cosa è davvero l’utero in affitto, un abominio che deve essere respinto in nome della dignità umana e della lotta al classismo.
 

Twitter @DiegoFusaro

© RIPRODUZIONE RISERVATA

adl 08/mar/2016 | 18 :14

Fusaro,
lei cita Gramsci, per convincere sedicenti "politici", in realtà piazzisti/venditori di pentole bucate, della bontà di una tesi che sostiene, per la cui condivisione dovrebbe bastare ed avanzare, non grande letteratura, non grandi esempi della storia, ma un semplice pizzico di BUON SENSO posseduto in enormi quantità da qualsiasi massaia e da qualsiasi contadino. Mi creda, è tempo sprecato.
L'UNIONE INCIVILE TRA MODERNISMO ELTONJOHNIANO E PROCACCIATORI DI VOTI PURCHESSIA, per essere compresa nella sua essenza "filosofica" non richiede dotte letture o lauree o schemi di interpretazione di tipo politico. E' SOLO UNA BANALE QUESTIONE DI TERMODINAMICA DEL FONDOSCHIENA, CHE SI ORIENTA IN FUNZIONE DELLA SUA NATURALE VOCAZIONE FILOSOFICA ovvero la SISTEMAZIONE NEL COMODO E LUCROSO ALVEO DI UNA POLTRONA IRRORATA DA SPESA PUBBLICA, E NULLA PIU'.

Per scrivere un commento è necessario registrarsi oppure accedere con Twitter o Facebook: Loggati - Registrati

Dalla nostra HomePage
Export, terremoto, costo del denaro: che …

Cala la fiducia di famiglie e imprese. Aumenta il debito. Preoccupa la deflazione. L’economia italiana è piena di incognite. Il colpo di grazia? Se la Fed alza i tassi...

prev
next